1 - Introduzione 2 - Processi 3 - Documenti 4 - Transazioni 5 - Risorse 6 - Tabelle decod. 7 - Dizionario 8 - Atlante Printable version

Struttura dei documenti XML di eBIZ/TC Upstream (2018-1)

Introduzione ai template di documento XML

La struttura dei documenti di eBIZ/TC Upstream è l'unica parte veramente obbligatoria del framework: se si utilizzano i documenti eBIZ/TC Upstream occorre farlo rispettando rigorosamente le prescrizioni in materia di struttura dei documenti, di nomi e codifiche da utilizzare, di valori opzionali ed obbligatori, di significato degli elementi.
Il mancato rispetto di queste indicazioni può portare alla non validabilità attraverso gli XML Schema di eBIZ/TC Upstream (che sono l'unica riprova della aderenza alle specifiche in termini formali) o, peggio, alla erronea interpretazione del significato del messaggio da parte di chi riceve.
I gradi di libertà possibili sono nella adozione di solo alcuni documenti piuttosto che di tutti e nell'utilizzazione degli elementi opzionali per personalizzare (o semplificare) l'uso dei documenti.

I (template dei) documenti eBIZ/TC Upstream di ogni release sono accessibili su indirizzi di www.ebiz.enea.it o www.moda-ml.org e sono rappresentati da


release 5/11/2018

Documento Anagrafica parti
Documento Anagrafica parti
(New)
Descrizione Il documento "Anagrafica Parti" serve a comunicare informazioni relative a persone o aziende.
Data rilascio 05/11/2018
Scopo
Questa guida ha lo scopo di illustrare alle aziende del FASHION la forma standard XML del tipo documento "Anagrafica Parti", fornendo le istruzioni per il suo impiego in ogni contesto di commercio elettronico tra diversi soggetti della filiera produttiva e di vendita.
Tutte le regole necessarie per la costruzione e la validazione del documento sono espresse mediante uno specifico schema XML, che è presentato in dettaglio nel paragrafo "Guida alla implementazione".
Generalità
Il messaggio viene emesso per comunicare informazioni relative a persone o aziende (ad esempio elenchi di clienti abilitati ad operare su un sito di eCommerce).
L'emittente spedisce questo documento quando deve alimentare una anagrafica di persone o organizzazioni.
Funzione principale del messaggio è trasferire informazioni su persone o aziende: dati personali o aziendali (denominazione, indirizzo, contatti, informazioni relative alla fatturazione, categorie di appartenenza dei soggetti utili ai fini commerciali).
Crediti Questo documento XML è stato realizzato da Arianna Brutti con il supporto di Piero De Sabbata (ENEA) in collaborazione con Giuliano Dal Brun e Elisa Sciascia (Cotonificio Monti), Manuel Toniato e Ilenia Trevisan (Develon). Questo documento XML è stato aggiornato da Arianna Brutti con il supporto di Piero De Sabbata (ENEA) in collaborazione con Francesco Melani e Simone Gabellini (Kykos), Virginia Fani (Università di Firenze) nell'ambito del progetto eBIZ 4.0.
Retro compatibilità New
Codice documento G079
Risorse [Guida]
[Schema]
[XML]
[XSL]
[XML+XSL]

[Compara versione]
Processi di appartenenza
 

Documento Avanzamento Commessa Abbigliamento
Documento Avanzamento Commessa Abbigliamento
(Updated)
Descrizione Avanzamento Disposizione di Abbigliamento
Data rilascio 05/11/2018
Scopo
Questa guida ha lo scopo di illustrare alle aziende del settore Abbigliamento (maglieria/confezione) la forma standard XML del tipo documento "AVANZAMENTO COMMESSA ABBIGLIAMENTO", fornendo le istruzioni per il suo impiego in ogni contesto di commercio elettronico tra Confezionisti e Laboratori o Terzisti.
Tutte le regole necessarie per la costruzione e la validazione del documento sono espresse mediante uno specifico schema XML, che è presentato in dettaglio nel paragrafo "Guida alla implementazione".
Generalità
Il messaggio è emesso dal Laboratorio o dal Terzista per riportare al Cliente (Produttore di Abbigliamento) lo stato di avanzamento dei suoi Ordini di Lavoro e le date aggiornate di consegna, con la possibilità di suddividere una riga ordine in più consegne.

Il messaggio può fare riferimento a tutti gli articoli ordinati (tipo = H "storico"), a tutti gli articoli ordinati e non ancora evasi, indipendentemente dallo stato di avanzamento in produzione (tipo = C "completo"), oppure ai soli articoli “spedibili” (tipo = S "spedibili").
Per ciascun articolo si può dare la situazione complessiva ovvero le situazioni parziali riferite ai singoli Ordini/riga.
Crediti Questo documento XML è stato aggiornato da Arianna Brutti con il supporto di Piero De Sabbata (ENEA) in collaborazione con Francesco Melani e Simone Gabellini (Kykos), Virginia Fani (Università di Firenze) nell'ambito del progetto eBIZ 4.0.
Retro compatibilità Updated
Codice documento G041
Risorse [Guida]
[Schema]
[XML]
[XSL]
[XML+XSL]

[Compara versione]
Processi di appartenenza
 

Documento Avanzamento Ordine Filato
Documento Avanzamento Ordine Filato
(Updated)
Descrizione Stato di avanzamento dell'ordine di filati (consente di indicare data consegna prevista)
Data rilascio 05/11/2018
Scopo
Questa guida ha lo scopo di illustrare alle aziende del settore tessile abbigliamento la forma standard XML del tipo documento "AVANZAMENTO ORDINE DI FILATI", fornendo le istruzioni per il suo impiego in ogni contesto di commercio elettronico tra Produttori di Filati o Terzisti di Filatura e loro Clienti.
Tutte le regole necessarie per la costruzione e la validazione del documento sono espresse mediante uno specifico schema XML, che è presentato in dettaglio nel paragrafo "Guida alla implementazione".
Generalità
Il messaggio è emesso per riportare al Cliente lo stato di avanzamento dei suoi ordini e le date aggiornate di consegna, con la possibilità di suddividere la riga ordine in più consegne.
Il messaggio può fare riferimento a tutti gli articoli di filato ordinati (tipo = H "storico"), a tutti gli articoli di filato ordinati e non ancora evasi, indipendentemente dallo stato di avanzamento in produzione (tipo = C "completo"), oppure ai soli articoli “spedibili” (tipo = S "spedibili").
Per ciascun articolo si può dare la situazione complessiva ovvero le situazioni parziali riferite ai singoli Ordini/riga.
Crediti Questo documento XML è stato realizzato con il finanziamento del consorzio TQR da Guido Cucchiara di PROGEMA - gruppo SOI, con il supporto di Thomas Imolesi e Arianna Brutti di Laboratorio XML (iniziativa di ENEA e Forum per la Tecnologia dell'Informazione). Alle attività che hanno portato alla stesura di questo documento hanno partecipato inoltre: Gustavo Cametti (Lanificio Piacenza), Massimo Perona (Domina srl), Piero De Sabbata e Piergiorgio Censoni (ENEA) Successivi sviluppi di questo documento sono stati finanziati dal progetto eBIZ 4.0
Retro compatibilità Updated
Codice documento G015
Diagrammi   +      Diagramm A_Acquistofilati
Risorse [Guida]
[Schema]
[XML]
[XSL]
[XML+XSL]

[Compara versione]
Processi di appartenenza
 

Documento Avanzamento Ordine Materia Prima
Documento Avanzamento Ordine Materia Prima
(Updated)
Descrizione Avanzamento ordine per lavorazione sulla materia prima
Data rilascio 05/11/2018
Scopo
Questa guida ha lo scopo di illustrare alle aziende del settore tessile abbigliamento la forma standard XML del tipo documento "AVANZAMENTO ORDINE MATERIA PRIMA", fornendo le istruzioni per il suo impiego in ogni contesto di commercio elettronico tra Produttori di Filati o Terzisti di Filatura e loro Clienti.
Tutte le regole necessarie per la costruzione e la validazione del documento sono espresse mediante uno specifico schema XML, che è presentato in dettaglio nel paragrafo "Guida alla implementazione".
Generalità
Il messaggio è emesso per riportare al Cliente lo stato di avanzamento dei suoi ordini e le date aggiornate di consegna, con la possibilità di suddividere la riga ordine in più consegne.
Crediti Questo documento è stato realizzato da Guico Cucchiara per ENEA XML-LAB con il contributo di Consorzio IPSA e Fondazione Politecnico di Milano. Successivi sviluppi di questo documento sono stati finanziati dal progetto eBIZ 4.0.
Retro compatibilità Updated
Codice documento G064
Risorse [Guida]
[Schema]

[Compara versione]
Processi di appartenenza
 

Documento Avanzamento Ordine Tessuto
Documento Avanzamento Ordine Tessuto
(Updated)
Descrizione Stato di avanzamento dell'ordine di tessuto (consente di indicare la data presunta di consegna ed eventuali traguardi raggiunti)
Data rilascio 05/11/2018
Scopo
Questa guida ha lo scopo di illustrare alle aziende del settore tessile abbigliamento la forma standard XML del tipo documento "AVANZAMENTO ORDINE TESSUTI", fornendo le istruzioni per il suo impiego in ogni contesto di commercio elettronico tra Confezionisti e Produttori di Tessuti.
Tutte le regole necessarie per la costruzione e la validazione del documento sono espresse mediante uno specifico schema XML, che è presentato in dettaglio nel paragrafo "Guida alla implementazione".
Generalità
Il messaggio è emesso dal Produttore di Tessuti per riportare al Cliente lo stato di avanzamento dei suoi ordini e le date aggiornate di consegna, con la possibilità di suddividere una riga ordine in più consegne.

Il messaggio può fare riferimento a tutti gli articoli di tessuto ordinati (TSType = H "storico"), a tutti gli articoli di tessuto ordinati e non ancora evasi, indipendentemente dallo stato di avanzamento in produzione (TSType = C "completo"), oppure ai soli articoli “spedibili” (tipo = S "spedibili"). Oppure può indicare solo i cambiamenti di stato (TSType=I)
Per ciascun articolo si può dare la situazione complessiva ovvero le situazioni parziali riferite ai singoli Ordini/riga.
Crediti La prima versione di questo documento XML è stata realizzata nell'ambito del progetto MODA-ML da Guido Cucchiara di PROGEMA - gruppo SOI, con il supporto di Thomas Imolesi e Arianna Brutti di Laboratorio XML (iniziativa di ENEA e Forum per la Tecnologia dell'Informazione). Alle attività che hanno portato alla stesura di questo documento hanno partecipato inoltre: Alessandro Barberis Canonico (Lanificio Vitale Barberis Canonico), Albino Botto Poala (Lanificio Successori Reda), Gustavo Cametti (Lanificio Piacenza), Massimo Perona (Domina srl), Piero De Sabbata e Piergiorgio Censoni (ENEA) Gianfranco Irico (Lanificio Loro Piana), Luca Mainetti (Politecnico di Milano, Hypermedia Open center), Federico Tamburini e Ivano Begnozzi (Fratelli Corneliani). Successivi sviluppi di questo documento sono stati finanziati dal consorzio TQR, in parte autofinanziati dai partner e dal progetto eBIZ 4.0. Ulteriori informazioni possono essere reperite in http://www.ebiz.enea.it.
Best practice Grazie ad attributo TSType Avanzamento Ordine può essere utilizzato in due modalità: 1) normale, descritto lo stato avanzamento di tutto materiale in oggetto (TSType=H, C, S) 2) incrementale, solo cambiamenti di stato (TSType=I)
Retro compatibilità Updated
Codice documento G003
Diagrammi   +      Diagramm A_Acquistotessuti
Risorse [Guida]
[Schema]
[XML]
[XSL]
[XML+XSL]

[Compara versione]
Processi di appartenenza
 

Documento Avviso Ricevimento Fashion
Documento Avviso Ricevimento Fashion
(Updated)
Descrizione Avviso di ricevimento della merce ricevuta per acquisto o in conto lavorazione
Data rilascio 05/11/2018
Scopo
Questa guida ha lo scopo di illustrare alle aziende del settore tessile abbigliamento la forma standard XML del tipo documento "AVVISO RICEVIMENTO", fornendo le istruzioni per il suo impiego nel contesto di commercio elettronico, come illustrato nei diagramma acclusi
Tutte le regole necessarie per la costruzione e la validazione del documento sono espresse mediante uno specifico schema XML, che è presentato in dettaglio nel paragrafo "Guida alla implementazione".
Generalità
L'Avviso Ricevimento può essere usato dal Ricevente della merce (acquistata o ricevuta in conto lavoro) o per confermare il regolare ricevimento o per notificare discrepanze tra quanto dichiarato dal mittente e quanto ricevuto e accettato..
Questo documento deve sempre essere usato in associazione con il documento di Avviso spedizione (con cui è collegato tramite riferimenti incrociati obbligatori)
Si raccomanda di emettere un Avviso Ricevimento per ciascun Avviso Spedizione.
Crediti Questo documento XML è stato realizzato con il supporto del Consorzio Trame da Guido Cucchiara supportato da Angelo Frascella e Arianna Brutti , XML-Lab (iniziativa di ENEA e Forum per la Tecnologia dell'Informazione). Questo documento XML è stato aggiornato da Arianna Brutti con il supporto di Piero De Sabbata (ENEA) in collaborazione con Francesco Melani e Simone Gabellini (Kykos), Virginia Fani (Università di Firenze) nell'ambito del progetto eBIZ 4.0.
Retro compatibilità Updated
Codice documento G025
Risorse [Guida]
[Schema]
[XML]
[XSL]
[XML+XSL]

[Compara versione]
Processi di appartenenza
 

Documento Avviso Spedizione Accessori
Documento Avviso Spedizione Accessori
(Updated)
Descrizione Avviso di spedizione dell'accessorio da parte del fornitore
Data rilascio 05/11/2018
Scopo
Questa guida ha lo scopo di illustrare alle aziende del settore tessile abbigliamento la forma standard XML del tipo documento "AVVISO SPEDIZIONE ACCESSORI", fornendo le istruzioni per il suo impiego in ogni contesto di commercio elettronico tra Confezionisti o Produttori di Tessuti e Produttori (Fornitori) di accessori.
Tutte le regole necessarie per la costruzione e la validazione del documento sono espresse mediante uno specifico schema XML, che è presentato in dettaglio nel paragrafo "Guida alla implementazione".
Generalità
Il messaggio è emesso per anticipare l'informazione della consegna del prodotto che viene ad essere "spedibile" (vedere documento "Avanzamento Ordine") o che è esplicitamente richiesto (vedere documento "Richiesta Spedizione accessori"). Lo stesso messaggio è anche usabile per anticipare l'informazione della consegna al subfornitore in conto lavorazione.

Il documento di Avviso può essere usato come:
- avviso di spedizione normale (standard)
- avviso di disponibilità alla spedizione (preavviso)

Ogni riga dell' Avviso di spedizione deve corrispondere ad un articolo + disegno + colore; per ciascuna riga, è possibile specificare la riga Ordine che viene scaricata.
Crediti Questo documento XML è stato realizzato da Guido Cucchiara supportato da Angelo Frascella e Arianna Brutti , XML-Lab (iniziativa di ENEA e Forum per la Tecnologia dell'Informazione). Successivi sviluppi sono stati realizzati con la collaborazione di Roberto Ciliesa (Domina) e finanziati dal progetto eBIZ 4.0.
Retro compatibilità Updated
Codice documento G037
Diagrammi   +      Diagramm A_Spedizione accessori
Risorse [Guida]
[Schema]

[Compara versione]
Processi di appartenenza
 

Documento Avviso Spedizione Fashion
Documento Avviso Spedizione Fashion
(Updated)
Descrizione Avviso di spedizione di prodotti o semilavorati fashion (ex Avviso Spedizione Capi Confezionati)
Data rilascio 05/11/2018
Scopo
Questa guida ha lo scopo di illustrare alle aziende del settore tessile abbigliamento la forma standard XML del tipo documento "AVVISO SPEDIZIONE FASHION", fornendo le istruzioni per il suo impiego in ogni contesto di commercio elettronico tra Confezionisti, suoi Fornitori e terzisti.
Tutte le regole necessarie per la costruzione e la validazione del documento sono espresse mediante uno specifico schema XML, che è presentato in dettaglio nel paragrafo "Guida alla implementazione".
Generalità
Il messaggio è emesso dal Confezionista per anticipare l'informazione della consegna del prodotto che viene ad essere "spedibile" (vedere documento Avanzamento Ordine) o che è esplicitamente richiesto (vedere documento Richiesta Spedizione). Lo stesso messaggio è usabile da/per un sub-fornitore in conto lavoro.

Il documento di Avviso può essere usato come:
- avviso di spedizione normale (standard)
- avviso di disponibilità alla spedizione (preavviso)
Ogni riga dell' Avviso di spedizione deve corrispondere ad un articolo (SKU) o componente; per ciascuna riga, è possibile specificare la riga Ordine che viene scaricata.
Crediti La prima versione di questo documento XML è stata realizzata nell'ambito del progetto MODA-ML da Guido Cucchiara di PROGEMA - gruppo SOI, con il supporto di Thomas Imolesi e Arianna Brutti di Laboratorio XML (iniziativa di ENEA e Forum per la Tecnologia dell'Informazione). Alle attività che hanno portato alla stesura di questo documento hanno partecipato inoltre: Alessandro Barberis Canonico (Lanificio Vitale Barberis Canonico), Albino Botto Poala (Lanificio Successori Reda), Gustavo Cametti (Lanificio Piacenza), Massimo Perona (Domina srl), Piero De Sabbata e Piergiorgio Censoni (ENEA) Gianfranco Irico (Lanificio Loro Piana), Luca Mainetti (Politecnico di Milano, Hypermedia Open center), Federico Tamburini e Ivano Begnozzi (Fratelli Corneliani). Successivi sviluppi di questo documento sono stati finanziati dal consorzio TQR, in parte autofinanziati dai partner e dal progetto eBIZ 4.0. Ulteriori informazioni possono essere reperite in http://www.ebiz.enea.it.
Retro compatibilità Updated
Codice documento G028
Risorse [Guida]
[Schema]
[XML]
[XSL]
[XML+XSL]

[Compara versione]
Processi di appartenenza
 

Documento Avviso Spedizione Filato
Documento Avviso Spedizione Filato
(Updated)
Descrizione Avviso spedizione del filato inviato dal Produttore o dal Terzista
Data rilascio 05/11/2018
Scopo
Questa guida ha lo scopo di illustrare alle aziende del settore tessile abbigliamento la forma standard XML del tipo documento "AVVISO SPEDIZIONE FILATI", fornendo le istruzioni per il suo impiego in ogni contesto di commercio elettronico tra Produttori di Filati o Terzisti e loro Clienti.
Tutte le regole necessarie per la costruzione e la validazione del documento sono espresse mediante uno specifico schema XML, che è presentato in dettaglio nel paragafo "Guida alla implementazione".
Generalità
Il messaggio è emesso per anticipare l'informazione della consegna del prodotto che viene ad essere "spedibile" (vedere documento "Avanzamento Ordine di Filato") o che è esplicitamente richiesto (vedere documento "Richiesta Spedizione filato"). Lo stesso messaggio è anche usabile per anticipare l'informazione della consegna del filato ad un subfornitore in conto lavorazione.
Il documento di Avviso può essere usato come:
- avviso di spedizione normale (standard)
- avviso di disponibilità alla spedizione (preavviso)
Ogni riga dell' Avviso di spedizione deve corrispondere ad un articolo + colore; per ciascuna riga, è possibile specificare la riga Ordine che viene scaricata.
Crediti Questo documento XML è stato realizzato con il finanziamento del consorzio TQR da Guido Cucchiara di PROGEMA - gruppo SOI, con il supporto di Thomas Imolesi e Arianna Brutti di Laboratorio XML (iniziativa di ENEA e Forum per la Tecnologia dell'Informazione). Alle attività che hanno portato alla stesura di questo documento hanno partecipato inoltre: Gustavo Cametti (Lanificio Piacenza), Massimo Perona (Domina srl), Piero De Sabbata e Piergiorgio Censoni (ENEA) Successivi sviluppi di questo documento sono stati finanziati dal progetto eBIZ 4.0.
Retro compatibilità Updated
Codice documento G016
Diagrammi   +      Diagramm A_Spedizionefilati
Risorse [Guida]
[Schema]
[XML]
[XSL]
[XML+XSL]

[Compara versione]
Processi di appartenenza
 

Documento Avviso Spedizione Kit Confezione
Documento Avviso Spedizione Kit Confezione
(Updated)
Descrizione Avviso di spedizione del kit di confezione (tessuti e accessori) inviato da un Confezionista, o da un Operatore Logistico o Controller o Produttore di Tessuti in sua vece, ad un Laboratorio di confezione
Data rilascio 05/11/2018
Scopo
Questa guida ha lo scopo di illustrare alle aziende del settore tessile abbigliamento la forma standard XML del tipo documento "AVVISO SPEDIZIONE KIT CONFEZIONE", fornendo le istruzioni per il suo impiego in ogni contesto di commercio elettronico tra Terzisti della Confezione e Confezionisti o quanti operano in loro vece nell'invio del kit (Produttori Tessuti o Operatori Logistici).
Tutte le regole necessarie per la costruzione e la validazione del documento sono espresse mediante uno specifico schema XML, che è presentato in dettaglio nel paragrafo "Guida alla implementazione".
Generalità
La premessa è che i Produttori di Tessuti ed accessori concordino di spedire la merce ordinata dal Confezionista o ad un Operatore Logistico oppure direttamente al Laboratorio di confezione indicato dal Confezionista.
Il Confezionista invia una Richiesta Spedizione del "kit di confezione" al Produttore di Tessuti o all'Operatore Logistico affinchè esso componga il "kit" (tessuto, fodere ed accessori) e lo spedisca, a sua volta, al Terzista indicato dal Confezionista.
A questo punto l'Operatore Logistico (o il Produttore) invia un Avviso di spedizione del kit al Confezionista, confermando l'esecuzione della Richiesta; lo stesso documento è inviato anche al Terzista per avvisare dell'arrivo della merce.
Questo documento XML si riferisce all' Avviso Spedizione del/dei kit confezione e può riguardare un solo Terzista
I principi base seguiti nella formulazione del documento sono:
a) ogni riga corrisponde biunivocamente ad un "kit di confezione"
b) ogni kit è formato da uno o più tessuti di cui si possono specificare anche le pezze componenti e dai relativi accessori (fodera, bottoni, …)
c) per ogni componente del kit può essere specificato il collo di trasporto in cui è contenuto
d) dal punto di vista dei "ruoli" giocati nella transazione il Confezionista è identificato con il "buyer", l'Operatore Logistico (o il Produttore di Tessuti) con il "supplier" ed il Terzista di confezione con il "thirdParty"
Crediti Questo documento XML è stato realizzato da Guido Cucchiara di PROGEMA - gruppo SOI, con il supporto di Thomas Imolesi e Arianna Brutti di Laboratorio XML (iniziativa di ENEA e Forum per la Tecnologia dell'Informazione). Alle attività che hanno portato alla stesura di questo documento hanno partecipato inoltre: Gustavo Cametti (Lanificio Piacenza), Massimo Perona (Domina srl), Piero De Sabbata e Piergiorgio Censoni (ENEA) Successivi sviluppi di questo documento sono stati finanziati dal progetto eBIZ 4.0.
Retro compatibilità Updated
Codice documento G018
Diagrammi   +      Diagramm A_Spedizionetessuticongroupage
Risorse [Guida]
[Schema]
[XML]
[XSL]
[XML+XSL]

[Compara versione]
Processi di appartenenza
 

Documento Avviso Spedizione Materia Prima
Documento Avviso Spedizione Materia Prima
(Updated)
Descrizione Avviso spedizione della materia prima da lavorare
Data rilascio 05/11/2018
Scopo
Questa guida ha lo scopo di illustrare alle aziende del settore tessile abbigliamento la forma standard XML del tipo documento "AVVISO SPEDIZIONE MATERIA PRIMA", fornendo le istruzioni per il suo impiego in ogni contesto di commercio elettronico traProduttori di Filati o Terzisti di Filatura e loro Clienti.
Tutte le regole necessarie per la costruzione e la validazione del documento sono espresse mediante uno specifico schema XML, che è presentato in dettaglio nel paragafo "Guida alla implementazione".
Generalità
Documento usato dal Committente per avvisare il Terzista della spedizione della materia prima da lavorare
Crediti Questo documento è stato realizzato da Guico Cucchiara per ENEA XML-LAB con il contributo di Consorzio IPSA e Fondazione Politecnico di Milano. Successivi sviluppi di questo documento sono stati finanziati dal progetto eBIZ 4.0.
Retro compatibilità Updated
Codice documento G042
Risorse [Guida]
[Schema]

[Compara versione]
Processi di appartenenza
 

Documento Avviso Spedizione Tessuto
Documento Avviso Spedizione Tessuto
(Updated)
Descrizione Avviso di spedizione del tessuto da parte del fornitore
Data rilascio 05/11/2018
Scopo
Questa guida ha lo scopo di illustrare alle aziende del settore tessile abbigliamento la forma standard XML del tipo documento "AVVISO SPEDIZIONE TESSUTI", fornendo le istruzioni per il suo impiego in ogni contesto di commercio elettronico tra Confezionisti, Produttori di Tessuti e loro Terzisti.
Tutte le regole necessarie per la costruzione e la validazione del documento sono espresse mediante uno specifico schema XML, che è presentato in dettaglio nel paragrafo "Guida alla implementazione".
Generalità
Il messaggio è emesso per anticipare l'informazione della consegna del prodotto che viene ad essere "spedibile" (vedere documento "Avanzamento Ordine di tessuti") o che è esplicitamente richiesto (vedere documento "Richiesta Spedizione tessuti"). Lo stesso messaggio è anche usabile per anticipare l'informazione della consegna del tessuto all subfornitore in conto lavorazione.
Il documento di Avviso può essere usato come:
- avviso di spedizione normale (standard)
- avviso di disponibilità alla spedizione (preavviso)

Ogni riga dell' Avviso di spedizione deve corrispondere ad un articolo + disegno + variante, e deve elencare le pezze di tessuto di cui è composta; per ciascuna riga, è possibile specificare la riga Ordine che viene scaricata.
Crediti La prima versione di questo documento XML è stata realizzata nell'ambito del progetto MODA-ML da Guido Cucchiara di PROGEMA - gruppo SOI, con il supporto di Thomas Imolesi e Arianna Brutti di Laboratorio XML (iniziativa di ENEA e Forum per la Tecnologia dell'Informazione). Alle attività che hanno portato alla stesura di questo documento hanno partecipato inoltre: Alessandro Barberis Canonico (Lanificio Vitale Barberis Canonico), Albino Botto Poala (Lanificio Successori Reda), Gustavo Cametti (Lanificio Piacenza), Massimo Perona (Domina srl), Piero De Sabbata e Piergiorgio Censoni (ENEA) Gianfranco Irico (Lanificio Loro Piana), Luca Mainetti (Politecnico di Milano, Hypermedia Open center), Federico Tamburini e Ivano Begnozzi (Fratelli Corneliani). Successivi sviluppi di questo documento sono stati finanziati dal consorzio TQR, in parte autofinanziati dai partner e dal progetto eBIZ 4.0. Ulteriori informazioni possono essere reperite in http://www.ebiz.enea.it.
Retro compatibilità Updated
Codice documento G006
Risorse [Guida]
[Schema]
[XML]
[XSL]
[XML+XSL]

[Compara versione]
Processi di appartenenza
 

Documento Catalogo Fashion
Documento Catalogo Fashion
(New)
Descrizione Documento commerciale che riporta i prezzi e le caratteristiche tecniche degli articoli FASHION che compongono l'offerta del produttore.
Data rilascio 05/11/2018
Scopo
Questa guida ha lo scopo di illustrare alle aziende del fashion la forma standard XML del tipo documento "CATALOGO FASHION", fornendo le istruzioni per il suo impiego in ogni contesto di commercio elettronico tra Produttori Fashion e loro clienti e piattaforme di eBusiness ed eCommerce.
Tutte le regole necessarie per la costruzione e la validazione del documento sono espresse mediante uno specifico schema XML, che è presentato in dettaglio nel paragrafo "Guida alla implementazione".
Generalità
Questo Documento è usabile come catalogo (vetrina/offerta) e anche per scambiare preventivamente tra Fornitori e Clienti i dati di prodotto, in modo da permettere la sincronizzazione dei corrispondenti data-base. Inoltre un produttore puo' utilizzarlo per pubblicare le sueofferte su ePiattaforme.
Esso riporta gli articoli che compongono l'offerta del Produttore Fashion (codici, descrizioni, prezzi e condizioni di vendita) e può includere alcuni dati tecnico-descrittivi del prodotto ( nome commerciale, composizione, peso e altezza, …) così come informazioni utili per il marketing (immagini, descrizioni verbose, …)
Crediti Questo documento XML è stato realizzato da Arianna Brutti con il supporto di Piero De Sabbata (ENEA) in collaborazione con Francesco Melani e Simone Gabellini (Kykos), Virginia Fani (Università di Firenze) nell'ambito del progetto eBIZ 4.0.
Retro compatibilità New
Codice documento G080
Risorse [Guida]
[Schema]
[XML]
[XSL]
[XML+XSL]

[Compara versione]
Processi di appartenenza
 

Documento Disposizione Controllo Tessuto
Documento Disposizione Controllo Tessuto
(Updated)
Descrizione Documento che l'acquirente di Tessuti invia al Controller tessile per specificare la tipologia di visita richiesta per la pezza (usualmente indicata con un "codice di visita")
Data rilascio 05/11/2018
Scopo
Questa guida ha lo scopo di illustrare alle aziende del settore tessile abbigliamento la forma standard XML del tipo documento "DISPOSIZIONE CONTROLLO PEZZE", fornendo le istruzioni per il suo impiego in ogni contesto di commercio elettronico tra Acquirenti di Tessuti e Controller tessili.
Tutte le regole necessarie per la costruzione e la validazione del documento sono espresse mediante uno specifico schema XML, che è presentato in dettaglio nel paragrafo "Guida alla implementazione".
Generalità
Con il documento "Disposizione controllo pezze" l'Acquirente del Tessuto specifica la tipologia di visita e di trattamenti accessori richiesta su ciascuna pezza.
L'Ordine può riferirsi ad una o a più pezze e può essere usato sia in abbinamento al documento "Avviso spedizione tessuto" (1 Avviso : 1 Ordine) sia indipendentemente.
Nel primo caso il riferimento all'Avviso Spedizione dovrà essere messo in Testata; nel secondo caso per ogni pezza (a livello Item) potrà essere specificato il documento con cui essa è stata presa in carico dal Controller.
Ogni riga si riferisce ad una pezza e riporta il codice di visita e il destinatario finale della pezza
Retro compatibilità Updated
Codice documento G062
Risorse [Guida]
[Schema]
[XML]
[XSL]
[XML+XSL]

[Compara versione]
Processi di appartenenza
 

Documento Disposizione Fashion
Documento Disposizione Fashion
(Updated)
Descrizione Disposizione di lavorazione articoli fashion
Data rilascio 05/11/2018
Scopo
Questa guida ha lo scopo di illustrare alle aziende del settore tessile abbigliamento la forma standard XML del tipo documento "DISPOSIZIONE FASHION", fornendo le istruzioni per il suo impiego nel contesto di commercio elettronico tra Terzisti del fashion e loro committenti illustrato nel diagramma accluso
Tutte le regole necessarie per la costruzione e la validazione del documento sono espresse mediante uno specifico schema XML, che è presentato in dettaglio nel paragrafo 3.
Generalità
La Disposizione di lavorazione FASHION può essere usata da un Committente per ordinare ad un Terzista (Laboratorio) la produzione di articoli (o loro componenti).

Ogni Ordine di conto lavoro può includere una o più lavorazioni del ciclo di produzione; a ciascuna di esse deve corrispondere una Riga (Item) del documento.
Quindi il documento può essere usato sia per disporre la fabbricazione di prodotti finiti che di parti componenti (maniche, colli, …) a partire sia da componenti già fabbricate che da materie prime, accessori inclusi.

Quando il Committente richiede diverse lavorazioni in sequenza a diversi Terzisti, esso può disporre con questo documento non solo la lavorazione ma anche l'invio del prodotto semilavorato dal primo Terzista ad un secondo Terzista.
Di regola, la Disposizione specifica solo la tecnologia (se necessario) e le caratteristiche del prodotto finale di ciascuna lavorazione ed identifica i semilavorati (componenti) da usarsi per produrre il prodotto finale richiesto.

Si noti che ogni prodotto finale può essere a sua volta componente in una successiva operazione di lavorazione anche nella medesima Disposizione.
La definizione delle modalità di esecuzione è solitamente lasciata alla competenza del Terzista; in alcuni casi tuttavia anche queste modalità possono essere specificate dal Committente, che può specificare macchinari e parametri di macchina o dare direttive che riguardano eventuali sub-subcontraenti (nth-tier) allo scopo, ad esempio, di rispettare requisiti di certificazione di origine o altri.
Crediti Questo documento XML è stato aggiornato da Arianna Brutti con il supporto di Piero De Sabbata (ENEA) in collaborazione con Francesco Melani e Simone Gabellini (Kykos), Virginia Fani (Università di Firenze) nell'ambito del progetto eBIZ 4.0.
Retro compatibilità Updated
Codice documento G040
Risorse [Guida]
[Schema]
[XML]
[XSL]
[XML+XSL]

[Compara versione]
Processi di appartenenza
 

Documento Disposizione Filatura
Documento Disposizione Filatura
(Updated)
Descrizione Disposizione di filatura di una materia prima
Data rilascio 05/11/2018
Scopo
Questa guida ha lo scopo di illustrare alle aziende del settore tessile abbigliamento la forma standard XML del tipo documento "DISPOSIZIONE DI FILATURA", fornendo le istruzioni per il suo impiego nel contesto di commercio elettronico tra Terzisti di Filatura e loro committenti illustrato nel diagramma accluso.
Tutte le regole necessarie per la costruzione e la validazione del documento sono espresse mediante uno specifico schema XML, che è presentato in dettaglio nel paragrafo "Guida alla implementazione".
Generalità
La Disposizione di Filatura può essere usata da un Committente per ordinare ad un Terzista la filatura di materia prima di sua proprietà necessaria per la trasformazione dello stesso in "filato" utilizzabile dai produttori di tessuti.
Questa prestazione anche può includere una o più lavorazioni sulla materia prima (vedere Tabella T200).
Quando il Committente richiede diverse lavorazioni in sequenza a diversi Terzisti, esso può disporre con questo documento non solo la lavorazione ma anche l'invio del prodotto semilavorato dal primo Terzista ad un secondo Terzista.
Di regola, la Disposizione di Filatura specifica solo la tecnologia (se necessario) e le caratteristiche del prodotto finale di ciascuna lavorazione ed identifica i semilavorati (componenti) da usarsi per produrre il prodotto finale richiesto.
Si noti che questo prodotto finale può essere a sua volta componente in una successiva operazione di lavorazione.
La definizione delle modalità di esecuzione è solitamente lasciata alla competenza del Terzista; in alcuni casi tuttavia anche queste modalità possono essere specificate dal Committente, che può specificare macchinari e parametri di macchina.
Retro compatibilità Updated
Codice documento G045
Risorse [Guida]
[Schema]

[Compara versione]
Processi di appartenenza
 

Documento Disposizione Orditura
Documento Disposizione Orditura
(Updated)
Descrizione Disposizione di orditura
Data rilascio 05/11/2018
Scopo
Questa guida ha lo scopo di illustrare alle aziende del settore tessile abbigliamento la forma standard XML del tipo documento "DISPOSIZIONE DI ORDITURA", fornendo le istruzioni per il suo impiego nel contesto di commercio elettronico tra Terzisti di tessitura e loro committenti illustrato nel diagramma accluso
Tutte le regole necessarie per la costruzione e la validazione del documento sono espresse mediante uno specifico schema XML, che è presentato in dettaglio nel paragrafo "Guida alla implementazione".
Generalità
La Disposizione di orditura può essere usata da un Committente per ordinare ad un Terzista la orditura di filato di sua proprietà

Questa prestazione può includere una o più lavorazioni del ciclo di orditura

Quando il Committente richiede diverse lavorazioni in sequenza a diversi Terzisti, esso può disporre con questo documento non solo la lavorazione ma anche l'invio del prodotto semilavorato dal primo Terzista ad un secondo Terzista.
Di regola, la Disposizione di orditura specifica solo la tecnologia (se necessario) e le caratteristiche del prodotto finale di ciascuna lavorazione ed identifica i semilavorati (componenti) da usarsi per produrre il prodotto finale richiesto.

Si noti che questo prodotto finale può essere a sua volta componente in una successiva operazione di lavorazione.
La definizione delle modalità di esecuzione è solitamente lasciata alla competenza del Terzista; in alcuni casi tuttavia anche queste modalità possono essere specificate dal Committente, che può specificare macchinari e parametri di macchina.
Crediti Questo documento XML è stato realizzato con il supporto del Consorzio Trame da Guido Cucchiara supportato da Angelo Frascella e Arianna Brutti , XML-Lab (iniziativa di ENEA e Forum per la Tecnologia dell'Informazione).
Retro compatibilità Updated
Codice documento G022
Risorse [Guida]
[Schema]

[Compara versione]
Processi di appartenenza
 

Documento Disposizione Rammendo Tessuto
Documento Disposizione Rammendo Tessuto
(Updated)
Descrizione Documento che il Produttore di Tessuti invia al Rammendatore per richiedere il servizio di rammendo (riporta le lavorazioni da eseguire, include per ciascuna posizione, tempo lavoro previsto, tipologia del difetto)
Data rilascio 05/11/2018
Scopo
Questa guida ha lo scopo di illustrare alle aziende del settore tessile abbigliamento la forma standard XML del tipo documento "ORDINE RAMMENDO TESSUTI", fornendo le istruzioni per il suo impiego in ogni contesto di commercio elettronico tra Produttori di Tessuti e Rammendatori.
Tutte le regole necessarie per la costruzione e la validazione del documento sono espresse mediante uno specifico schema XML, che è presentato in dettaglio nel paragrafo "Guida alla implementazione".
Generalità
Con il documento "Ordine rammendo tessuti" il Produttore di Tessuti specifica la o le lavorazioni di rammendo richieste su ciascuna pezza ed eventualmente i tempi di lavoro standard (o massimi) fatturabili e le tariffe relative.

L'Ordine può riferirsi ad una o a più pezze e può essere usato sia in abbinamento al documento "Avviso spedizione tessuto" (1 Avviso : 1 Ordine) sia indipendentemente.
Nel primo caso il riferimento all'Avviso Spedizione dovrà essere messo in Testata; nel secondo caso per ogni pezza (a livello Item) potrà essere specificato il documento di trasporto con cui essa è stata inviata al Rammendatore.
OGNI ITEM CONTIENE UNA DISPOSIZIONE DI LAVORO PER UNA O PIU' PEZZE DEL MEDESIMO ARTICOLO.
La disposizione può essere formata da uno o più "jobTicket"
Il costo può essere espresso da una tariffa al metro o da una tariffa oraria per un tempo assegnato ovvero da una combinazione di entrambe.
Crediti La prima versione di questo documento XML è stata realizzata nell'ambito del progetto MODA-ML da Guido Cucchiara di PROGEMA - gruppo SOI, con il supporto di Thomas Imolesi e Arianna Brutti di Laboratorio XML (iniziativa di ENEA e Forum per la Tecnologia dell'Informazione). Alle attività che hanno portato alla stesura di questo documento hanno partecipato inoltre: Alessandro Barberis Canonico (Lanificio Vitale Barberis Canonico), Albino Botto Poala (Lanificio Successori Reda), Gustavo Cametti (Lanificio Piacenza), Massimo Perona (Domina srl), Piero De Sabbata e Piergiorgio Censoni (ENEA) Gianfranco Irico (Lanificio Loro Piana), Luca Mainetti (Politecnico di Milano, Hypermedia Open center), Federico Tamburini e Ivano Begnozzi (Fratelli Corneliani). Successivi sviluppi di questo documento sono stati finanziati dal consorzio TQR, in parte autofinanziati dai partner e dal progetto eBIZ 4.0. Ulteriori informazioni possono essere reperite in http://www.ebiz.enea.it.
Retro compatibilità Updated
Codice documento G012
Diagrammi   +      Diagramm A_RammendotessutiincontoTerzi
Risorse [Guida]
[Schema]
[XML]
[XSL]
[XML+XSL]

[Compara versione]
Processi di appartenenza
 

Documento Disposizione Ritorcitura
Documento Disposizione Ritorcitura
(Updated)
Descrizione Disposizione di Ritorcitura per un filato
Data rilascio 05/11/2018
Scopo
Questa guida ha lo scopo di illustrare alle aziende del settore tessile abbigliamento la forma standard XML del tipo documento "DISPOSIZIONE DI RITORCITURA", fornendo le istruzioni per il suo impiego nel contesto di commercio elettronico tra Terzisti di Filatura e loro committenti illustrato nel diagramma accluso.
Tutte le regole necessarie per la costruzione e la validazione del documento sono espresse mediante uno specifico schema XML, che è presentato in dettaglio nel paragrafo "Guida alla implementazione".
Generalità
La Disposizione di Ritorcitura può essere usata da un Committente per ordinare ad un Terzista la ritorcitura di filato di sua proprietà necessaria per la trasformazione dello stesso in "filato" utilizzabile dai produttori di tessuti.

Questa prestazione può includere una o più lavorazioni del ciclo di ritorcitura.

Quando il Committente richiede diverse lavorazioni in sequenza a diversi Terzisti, esso può disporre con questo documento non solo la lavorazione ma anche l'invio del prodotto semilavorato dal primo Terzista ad un secondo Terzista.
Di regola, la Disposizione di Ritorcitura specifica solo la tecnologia (se necessario) e le caratteristiche del prodotto finale di ciascuna lavorazione ed identifica i semilavorati (componenti) da usarsi per produrre il prodotto finale richiesto.

Si noti che questo prodotto finale può essere a sua volta componente in una successiva operazione di lavorazione.
La definizione delle modalità di esecuzione è solitamente lasciata alla competenza del Terzista; in alcuni casi tuttavia anche queste modalità possono essere specificate dal Committente, che può specificare macchinari e parametri di macchina.
Crediti Questo documento XML è stato realizzato con il finanziamento del Progetto TEX-WEAVE da Guido Cucchiara di PROGEMA - gruppo SOI, con il supporto del Laboratorio XML (iniziativa di ENEA e Forum per la Tecnologia dell'Informazione) Successivi sviluppi di questi documenti sono stati finanziati dal consorzio TQR e in parte autofinanziati dai partner. Ulteriori informazioni possono essere reperite in http://www.ebiz.enea.it.
Retro compatibilità Updated
Codice documento G020
Diagrammi   +      Diagramm A_Ritorciturafilatiincontoterzi
Risorse [Guida]
[Schema]

[Compara versione]
Processi di appartenenza
 

Documento Disposizione Stampa Tessuto
Documento Disposizione Stampa Tessuto
(Updated)
Descrizione Disposizione di stampa di un tessuto
Data rilascio 05/11/2018
Scopo
Questa guida ha lo scopo di illustrare alle aziende del settore tessile abbigliamento la forma standard XML del tipo documento "DISPOSIZIONE STAMPA TESSUTO", fornendo le istruzioni per il suo impiego nel contesto di commercio elettronico tra Terzisti di tessitura e loro committenti illustrato nel diagramma accluso
Tutte le regole necessarie per la costruzione e la validazione del documento sono espresse mediante uno specifico schema XML, che è presentato in dettaglio nel paragrafo "Guida alla implementazione".
Generalità
La Disposizione di stampa del tessuto può essere usata da un Committente per ordinare ad un Terzista la stampa di tessuto di sua proprietà

Quando il Committente richiede diverse lavorazioni in sequenza a diversi Terzisti, esso può disporre con questo documento non solo la lavorazione ma anche l'invio del prodotto semilavorato dal primo Terzista ad un secondo Terzista.
Di regola, la Disposizione di stampa specifica solo la tecnologia (se necessario) e le caratteristiche del prodotto finale di ciascuna lavorazione ed identifica i semilavorati (componenti) da usarsi per produrre il prodotto finale richiesto.

Si noti che questo prodotto finale può essere a sua volta componente in una successiva operazione di lavorazione.
La definizione delle modalità di esecuzione è solitamente lasciata alla competenza del Terzista; in alcuni casi tuttavia anche queste modalità possono essere specificate dal Committente, che può specificare macchinari e parametri di macchina.
Crediti Questo documento XML è stato realizzato con il supporto del Consorzio Trame da Guido Cucchiara supportato da Angelo Frascella e Arianna Brutti , XML-Lab (iniziativa di ENEA e Forum per la Tecnologia dell'Informazione).
Best practice Disposizione Tintura-Finissaggio Tessuti può essere utilizzata anche per disposizioni di Stampa quando queste siano associate a operazioni di finissaggio e queste ultime siano prevalenti.
Retro compatibilità Updated
Codice documento G024
Risorse [Guida]
[Schema]
[XML]
[XSL]
[XML+XSL]

[Compara versione]
Processi di appartenenza
 

Documento Disposizione Tessitura
Documento Disposizione Tessitura
(Updated)
Descrizione Disposizione di tessitura
Data rilascio 05/11/2018
Scopo
Questa guida ha lo scopo di illustrare alle aziende del settore tessile abbigliamento la forma standard XML del tipo documento "DISPOSIZIONE DI TESSITURA", fornendo le istruzioni per il suo impiego nel contesto di commercio elettronico tra Terzisti di tessitura e loro committenti illustrato nel diagramma accluso
Tutte le regole necessarie per la costruzione e la validazione del documento sono espresse mediante uno specifico schema XML, che è presentato in dettaglio nel paragrafo 3.
Generalità
La Disposizione di tessitura può essere usata da un Committente per ordinare ad un Terzista la tessitura di filato di sua proprietà

Questa prestazione può includere una o più lavorazioni del ciclo di tessitura

Quando il Committente richiede diverse lavorazioni in sequenza a diversi Terzisti, esso può disporre con questo documento non solo la lavorazione ma anche l'invio del prodotto semilavorato dal primo Terzista ad un secondo Terzista.
Di regola, la Disposizione di tessitura specifica solo la tecnologia (se necessario) e le caratteristiche del prodotto finale di ciascuna lavorazione ed identifica i semilavorati (componenti) da usarsi per produrre il prodotto finale richiesto.

Si noti che questo prodotto finale può essere a sua volta componente in una successiva operazione di lavorazione.
La definizione delle modalità di esecuzione è solitamente lasciata alla competenza del Terzista; in alcuni casi tuttavia anche queste modalità possono essere specificate dal Committente, che può specificare macchinari e parametri di macchina.
Crediti Questo documento XML è stato realizzato con il supporto del Consorzio Trame da Guido Cucchiara supportato da Angelo Frascella e Arianna Brutti , XML-Lab (iniziativa di ENEA e Forum per la Tecnologia dell'Informazione).
Retro compatibilità Updated
Codice documento G023
Risorse [Guida]
[Schema]

[Compara versione]
Processi di appartenenza
 

Documento Disposizione Tintura Filato
Documento Disposizione Tintura Filato
(Updated)
Descrizione Disposizione di tintura per un filato
Data rilascio 05/11/2018
Scopo
Questa guida ha lo scopo di illustrare alle aziende del settore tessile abbigliamento la forma standard XML del tipo documento "DISPOSIZIONE DI TINTURA FILATO", fornendo le istruzioni per il suo impiego nel contesto di commercio elettronico tra Terzisti di Filatura e loro committenti illustrato nel diagramma accluso.
Tutte le regole necessarie per la costruzione e la validazione del documento sono espresse mediante uno specifico schema XML, che è presentato in dettaglio nel paragrafo
.
Generalità
La Disposizione di Tintura filato può essere usata da un Committente per ordinare ad un Terzista la tintura di filato di sua proprietà necessaria per la trasformazione dello stesso in "filato" utilizzabile dai produttori di tessuti.

Questa prestazione può includere una o più lavorazioni del ciclo di tintura.

Quando il Committente richiede diverse lavorazioni in sequenza a diversi Terzisti, esso può disporre con questo documento non solo la lavorazione ma anche l'invio del prodotto semilavorato dal primo Terzista ad un secondo Terzista.
Di regola, la Disposizione di Tintura filato specifica solo la tecnologia (se necessario) e le caratteristiche del prodotto finale di ciascuna lavorazione ed identifica i semilavorati (componenti) da usarsi per produrre il prodotto finale richiesto.

Si noti che questo prodotto finale può essere a sua volta componente in una successiva operazione di lavorazione.
La definizione delle modalità di esecuzione è solitamente lasciata alla competenza del Terzista; in alcuni casi tuttavia anche queste modalità possono essere specificate dal Committente, che può specificare macchinari e parametri di macchina.
Crediti Questo documento XML è stato realizzato con il supporto del Consorzio Trame da Guido Cucchiara supportato da Angelo Frascella e Arianna Brutti , XML-Lab (iniziativa di ENEA e Forum per la Tecnologia dell'Informazione).
Retro compatibilità Updated
Codice documento G021
Diagrammi   +      Diagramm A_Tinturafilatiincontoterzi
Risorse [Guida]
[Schema]
[XML]
[XSL]
[XML+XSL]

[Compara versione]
Processi di appartenenza
 

Documento Disposizione Tintura Materia Prima
Documento Disposizione Tintura Materia Prima
(Updated)
Descrizione Disposizione di tintura di una materia prima
Data rilascio 05/11/2018
Scopo
Questa guida ha lo scopo di illustrare alle aziende del settore tessile abbigliamento la forma standard XML del tipo documento "DISPOSIZIONE DI TINTURA MATERIA PRIMA", fornendo le istruzioni per il suo impiego nel contesto di commercio elettronico tra Terzisti di Tintoria e loro committenti illustrato nel diagramma accluso.
Tutte le regole necessarie per la costruzione e la validazione del documento sono espresse mediante uno specifico schema XML, che è presentato in dettaglio nel paragrafo
.
Generalità
La Disposizione di Tintura materia prima può essere usata da un Committente per ordinare ad un Terzista la tintura di una materia prima di sua proprietà necessaria per la trasformazione dello stesso in "filato" utilizzabile dai produttori di tessuti.
Questa prestazione può includere una o più lavorazioni del ciclo di tintura.
Quando il Committente richiede diverse lavorazioni in sequenza a diversi Terzisti, esso può disporre con questo documento non solo la lavorazione ma anche l'invio del prodotto semilavorato dal primo Terzista ad un secondo Terzista.
Di regola, la Disposizione di Tintura materia prima specifica solo le caratteristiche del prodotto finale di ciascuna lavorazione ed identifica i semilavorati (componenti) da usarsi per produrre il prodotto finale richiesto.
Si noti che questo prodotto finale può essere a sua volta componente in una successiva operazione di lavorazione.
Crediti Questo documento è stato realizzato da Guico Cucchiara per ENEA XML-LAB con il contributo di Consorzio IPSA e Fondazione Politecnico di Milano. Successivi sviluppi di questo documento sono stati finanziati dal progetto eBIZ 4.0.
Retro compatibilità Updated
Codice documento G046
Risorse [Guida]
[Schema]

[Compara versione]
Processi di appartenenza
 

Documento Disposizione Tintura-Finissaggio Tessuti
Documento Disposizione Tintura-Finissaggio Tessuti
(Updated)
Descrizione Ordine di tintura-finissaggio di un tessuto inviato ad un Terzista (può contenere parametri tecnici della disposizione che può riguardare operazioni di tintura o finissaggio)
Data rilascio 05/11/2018
Scopo
Questa guida ha lo scopo di illustrare alle aziende del settore tessile abbigliamento la forma standard XML del tipo documento "DISPOSIZIONE DI TINTURA-FINISSAGGIO TESSUTI", fornendo le istruzioni per il suo impiego nel contesto di commercio elettronico tra Produttori di Tessuti e loro Terzisti illustrato nel diagramma accluso.
Tutte le regole necessarie per la costruzione e la validazione del documento sono espresse mediante uno specifico schema XML, che è presentato in dettaglio nel paragrafo "Guida alla implementazione".
Generalità
La Disposizione di Tintura-Finissaggio può essere usata per ordinare ad un Terzista una prestazione di tintura o finissaggio su materiale tessuto di proprietà dell'ordinante.
Questa prestazione può includere una o più lavorazioni del ciclo di tintura o finissaggio specificandone la sequenza.
Quando il Committente richiede diverse lavorazioni in sequenza a diversi Terzisti, esso può disporre con questo documento non solo la lavorazione ma anche l'invio del prodotto semilavorato dal primo Terzista ad un secondo Terzista.
Di regola, la Disposizione specifica solo i risultati attesi dalle lavorazioni ( le caratteristiche del prodotto finale di ciascuna lavorazione) ed i semilavorati (componenti) da usarsi per produrre il prodotto finale richiesto.
Si noti che questo prodotto può essere a sua volta componente in una successiva operazione di lavorazione, richiesta dalla medesima Disposizione e, in tal caso, sarà definito "intermedio".
La definizione delle modalità di esecuzione è solitamente lasciata alla competenza del Terzista; in alcuni casi tuttavia anche queste modalità possono essere specificate dal Committente, che può specificare operazioni, parametri operativi, macchinari e parametri di macchina.
Crediti Questo documento XML è stato realizzato con il finanziamento del consorzio TQR da Guido Cucchiara di PROGEMA - gruppo SOI, con il supporto di Thomas Imolesi e Arianna Brutti di Laboratorio XML (iniziativa di ENEA e Forum per la Tecnologia dell'Informazione). Alle attività che hanno portato alla stesura di questo documento hanno partecipato inoltre: Gustavo Cametti (Lanificio Piacenza), Massimo Perona (Domina srl), Piero De Sabbata e Piergiorgio Censoni (ENEA) Successivi sviluppi di questo documento sono stati finanziati dal progetto eBIZ 4.0.
Best practice Disposizione Tintura-Finissaggio Tessuti può essere utilizzata anche per disposizioni di Stampa quando queste siano associate a operazioni di finissaggio e queste ultime siano prevalenti.
Retro compatibilità Updated
Codice documento G017
Diagrammi   +      Diagramm A_Tintura-finissaggiotessutiincontoTerzi
Risorse [Guida]
[Schema]
[XML]
[XSL]
[XML+XSL]

[Compara versione]
Processi di appartenenza
 

Documento Fashion Master Data
Documento Fashion Master Data
(New)
Descrizione Il documento Fashion Master Data è il documento con cui un soggetto comunica le caratteristiche tecniche-logistiche di un articolo che il destinatario riceverà. L'articolo può essere: materia prima, una parte di un capo di abbigliamento, un capo di abbigliamento completo (ma che subirà ulteriori trattamenti).
Data rilascio 05/11/2018
Scopo
Questa guida ha lo scopo di illustrare alle aziende del FASHION la forma standard XML del tipo documento "Fashion master data", fornendo le istruzioni per il suo impiego in ogni contesto di commercio elettronico tra Brand, Confezionisti, terzisti ed organizzazioni della logistica o della vendita.
Tutte le regole necessarie per la costruzione e la validazione del documento sono espresse mediante uno specifico schema XML, che è presentato in dettaglio nel paragrafo "Guida alla implementazione".
Generalità
Il messaggio può avere vari usi: ad esempio può essere emesso dal Fornitore di una merce per comunicare le caratteristiche tecniche-logistiche di un articolo che il destinatario riceverà oppure può essere emesso dal brand per comunicare al terzista le caratteristiche tecniche di un articolo che questi riceverà per effettuare lavorazioni o che dovrà realizzare.
L'emittente spedisce questo documento quando deve alimentare una anagrafica delle caratteristiche della merce che dovrà poi essere trattata in qualche modo (venduta o stoccata o lavorata ad esempio).
Funzione principale del messaggio è fornire informazioni di varia natura: logistica (dimensioni, impacchettamento, maneggiabilita', impilabilita'), commerciali (categoria, linea o gruppo di prodotto), tecniche (taglia, trattamenti, ..), operative (p.es. CITES).
Crediti Questo documento XML è stato realizzato da Arianna Brutti con il supporto di Piero De Sabbata (ENEA) in collaborazione con Francesco Melani e Simone Gabellini (Kykos), Virginia Fani (Università di Firenze) nell'ambito del progetto eBIZ 4.0.
Retro compatibilità New
Codice documento G078
Risorse [Guida]
[Schema]
[XML]
[XSL]
[XML+XSL]

[Compara versione]
Processi di appartenenza
 

Documento Fattura Tessile
Documento Fattura Tessile
(Updated)
Descrizione Fattura usabile per addebitare forniture e prestazioni nell'industria Tessile-Abbigliamento. Può essere usata anche per effettuare storno di importi.
Data rilascio 05/11/2018
Scopo
Questa guida ha lo scopo di illustrare alle aziende del settore tessile abbigliamento la forma standard XML del tipo documento "FATTURA TESSILE", fornendo le istruzioni per il suo impiego in ogni contesto di commercio elettronico tra Confezionisti e loro partner.
Tutte le regole necessarie per la costruzione e la validazione del documento sono espresse mediante uno specifico schema XML, che è presentato in dettaglio nel paragrafo "Guida alla implementazione".
Generalità
Con il documento "Fattura tessuti" il Produttore di Tessuti può addebitare al Cliente ogni tipo di fornitura o prestazione.
Questo documento può essere usato sia per addebitare normali fornituire usando l'opzione "texItem", sia per addebitare forniture di servizi o beni accessori (rimanenze, scampoli, rottami, …) usando l'opzione "prodServItem", anche contemporaneamente nella medesima fattura.
L'indicazione di quantità e prezzo unitario è richiesta solo nel caso di "texItem".
Crediti La prima versione di questo documento XML è stata realizzata nell'ambito del progetto MODA-ML da Guido Cucchiara di PROGEMA - gruppo SOI, con il supporto di Thomas Imolesi e Arianna Brutti di Laboratorio XML (iniziativa di ENEA e Forum per la Tecnologia dell'Informazione). Alle attività che hanno portato alla stesura di questo documento hanno partecipato inoltre: Alessandro Barberis Canonico (Lanificio Vitale Barberis Canonico), Albino Botto Poala (Lanificio Successori Reda), Gustavo Cametti (Lanificio Piacenza), Massimo Perona (Domina srl), Piero De Sabbata e Piergiorgio Censoni (ENEA) Gianfranco Irico (Lanificio Loro Piana), Luca Mainetti (Politecnico di Milano, Hypermedia Open center), Federico Tamburini e Ivano Begnozzi (Fratelli Corneliani). Successivi sviluppi di questo documento sono stati finanziati dal consorzio TQR, in parte autofinanziati dai partner e dal progetto eBIZ 4.0. Ulteriori informazioni possono essere reperite in http://www.ebiz.enea.it.
Retro compatibilità Updated
Codice documento G011
Risorse [Guida]
[Schema]
[XML]
[XSL]
[XML+XSL]

[Compara versione]
Processi di appartenenza
 

Documento Inventario Capi in Lavorazione
Documento Inventario Capi in Lavorazione
(Updated)
Descrizione Inventario della maglieria o confezione in lavorazione presso un Laboratorio
Data rilascio 05/11/2018
Scopo
Questa guida ha lo scopo di illustrare alle aziende del settore tessile abbigliamento la forma standard XML del tipo documento "INVENTARIO CAPI IN LAVORAZIONE", fornendo le istruzioni per il suo impiego nel contesto di commercio elettronico, come illustrato nei diagramma acclusi
Tutte le regole necessarie per la costruzione e la validazione del documento sono espresse mediante uno specifico schema XML, che è presentato in dettaglio nel paragrafo "Guida alla implementazione".
Generalità
Questo documento può essere usato da un Terzista di maglieria o di confezione per fornire al Committente, periodicamente o a richiesta, i dati riguardanti le quantità di beni di sua proprietà in giacenza o in lavorazione.
L'inventario può riferirsi a tutto il suo materiale giacente presso il Terzista o solo a quello di una specifica Disposizione di lavorazione; le quantità per articolo possono essere suddivise per classe di stock e collocazione fisica.
Retro compatibilità Updated
Codice documento G044
Risorse [Guida]
[Schema]

[Compara versione]
Processi di appartenenza
 

Documento Inventario Filato in Lavorazione
Documento Inventario Filato in Lavorazione
(Updated)
Descrizione Inventario del filato in lavorazione
Data rilascio 05/11/2018
Scopo
Questa guida ha lo scopo di illustrare alle aziende del settore tessile abbigliamento la forma standard XML del tipo documento "INVENTARIO FILATO IN LAVORAZIONE", fornendo le istruzioni per il suo impiego nel contesto di commercio elettronico, come illustrato nei diagramma acclusi
Tutte le regole necessarie per la costruzione e la validazione del documento sono espresse mediante uno specifico schema XML, che è presentato in dettaglio nel paragrafo "Guida alla implementazione".
Generalità
Questo documento può essere usato da un Terzista per fornire al Cliente (Committente della lavorazione), periodicamente o a richiesta, i dati riguardanti le quantità di articoli di filato (di sua proprietà) in attesa o in lavorazione.
L'inventario può riferirsi a tutto il suo materiale giacente presso il Terzista o solo a quello di una specifica Disposizione di lavorazione; le quantità per articolo possono essere suddivise per classe di stock e collocazione fisica.
Crediti Questo documento XML è stato realizzato da Guido Cucchiara supportato da Angelo Frascella e Arianna Brutti , XML-Lab (iniziativa di ENEA e Forum per la Tecnologia dell'Informazione).
Retro compatibilità Updated
Codice documento G026
Risorse [Guida]
[Schema]
[XML] [XML2]
[XSL]
[XML+XSL] [XML+XSL2]

[Compara versione]
Processi di appartenenza
 

Documento Inventario Materia Prima in Lavorazione
Documento Inventario Materia Prima in Lavorazione
(Updated)
Descrizione Inventario della materia prima in lavorazione
Data rilascio 05/11/2018
Scopo
Questa guida ha lo scopo di illustrare alle aziende del settore tessile abbigliamento la forma standard XML del tipo documento "INVENTARIO MATERIA PRIMA IN LAVORAZIONE", fornendo le istruzioni per il suo impiego nel contesto di commercio elettronico, come illustrato nei diagramma acclusi
Tutte le regole necessarie per la costruzione e la validazione del documento sono espresse mediante uno specifico schema XML, che è presentato in dettaglio nel paragrafo "Guida alla implementazione".
Generalità
Questo documento può essere usato da un Terzista per fornire al Cliente (Committente della lavorazione), periodicamente o a richiesta, i dati riguardanti le quantità di articoli di materia prima (di sua proprietà) in attesa o in lavorazione.
L'inventario può riferirsi a tutto il suo materiale giacente presso il Terzista o solo a quello di una specifica Disposizione di lavorazione; le quantità per articolo possono essere suddivise per classe di stock e collocazione fisica.
Crediti Questo documento è stato realizzato da Guico Cucchiara per ENEA XML-LAB con il contributo di Consorzio IPSA e Fondazione Politecnico di Milano. Successivi sviluppi di questo documento sono stati finanziati dal progetto eBIZ 4.0.
Retro compatibilità Updated
Codice documento G065
Risorse [Guida]
[Schema]

[Compara versione]
Processi di appartenenza
 

Documento Inventario Tessuto in Lavorazione
Documento Inventario Tessuto in Lavorazione
(Updated)
Descrizione Inventario del tessuto in lavorazione
Data rilascio 05/11/2018
Scopo
Questa guida ha lo scopo di illustrare alle aziende del settore tessile abbigliamento la forma standard XML del tipo documento "INVENTARIO TESSUTO IN LAVORAZIONE", fornendo le istruzioni per il suo impiego nel contesto di commercio elettronico, come illustrato nei diagramma acclusi
Tutte le regole necessarie per la costruzione e la validazione del documento sono espresse mediante uno specifico schema XML, che è presentato in dettaglio nel paragrafo "Guida alla implementazione".
Generalità
Questo documento può essere usato da un Terzista per fornire al Cliente (Committente della lavorazione), periodicamente o a richiesta, i dati riguardanti le quantità di articoli di tessuto (di sua proprietà) in attesa o in lavorazione.
L'inventario può riferirsi a tutto il suo materiale giacente presso il Terzista o solo a quello di una specifica Disposizione di lavorazione; le quantità per articolo possono essere suddivise per classe di stock e collocazione fisica.
Crediti Questo documento XML è stato realizzato da Guido Cucchiara supportato da Angelo Frascella e Arianna Brutti , XML-Lab (iniziativa di ENEA e Forum per la Tecnologia dell'Informazione).
Retro compatibilità Updated
Codice documento G027
Risorse [Guida]
[Schema]
[XML] [XML2]
[XSL]
[XML+XSL] [XML+XSL2]

[Compara versione]
Processi di appartenenza
 

Documento Listino Tessuto
Documento Listino Tessuto
(Updated)
Descrizione Documento commerciale che riporta i prezzi e le caratteristiche tecniche degli articoli tessili che compongono l'offerta del produttore
Data rilascio 05/11/2018
Scopo
Questa guida ha lo scopo di illustrare alle aziende del settore tessile abbigliamento la forma standard XML del tipo documento "LISTINO TESSUTI", fornendo le istruzioni per il suo impiego in ogni contesto di commercio elettronico tra Confezionisti e Produttori di Tessuti.
Tutte le regole necessarie per la costruzione e la validazione del documento sono espresse mediante uno specifico schema XML, che è presentato in dettaglio nel paragrafo "Guida alla implementazione".
Generalità
Questo Documento è usabile non tanto come catalogo (vetrina/offerta) quanto per scambiare preventivamente tra Fornitori e Clienti i dati di prodotto, in modo da permettere la sincronizzazione dei corrispondenti data-base.
Esso riporta gli articoli che compongono l'offerta del Produttore di Tessuti (codici, descrizioni, prezzi e condizioni di vendita) e può includere le alcuni dati tecnico-descrittivi del tessuto ( nome commerciale, composizione, peso e altezza, …)
Crediti La prima versione di questo documento XML è stata realizzata nell'ambito del progetto MODA-ML da Guido Cucchiara di PROGEMA - gruppo SOI, con il supporto di Thomas Imolesi e Arianna Brutti di Laboratorio XML (iniziativa di ENEA e Forum per la Tecnologia dell'Informazione). Alle attività che hanno portato alla stesura di questo documento hanno partecipato inoltre: Alessandro Barberis Canonico (Lanificio Vitale Barberis Canonico), Albino Botto Poala (Lanificio Successori Reda), Gustavo Cametti (Lanificio Piacenza), Massimo Perona (Domina srl), Piero De Sabbata e Piergiorgio Censoni (ENEA) Gianfranco Irico (Lanificio Loro Piana), Luca Mainetti (Politecnico di Milano, Hypermedia Open center), Federico Tamburini e Ivano Begnozzi (Fratelli Corneliani). Successivi sviluppi di questo documento sono stati finanziati dal consorzio TQR, in parte autofinanziati dai partner e dal progetto eBIZ 4.0. Ulteriori informazioni possono essere reperite in http://www.ebiz.enea.it.
Retro compatibilità Updated
Codice documento G009
Diagrammi   +      Diagramm A_Sceltatessuti
Risorse [Guida]
[Schema]
[XML] [XML2]
[XSL]
[XML+XSL] [XML+XSL2]

[Compara versione]
Processi di appartenenza
 

Documento Modifica Disposizione Filatura
Documento Modifica Disposizione Filatura
(Updated)
Descrizione Modifica della Disposizione di filatura
Data rilascio 05/11/2018
Scopo
Questa guida ha lo scopo di illustrare alle aziende del settore tessile abbigliamento la forma standard XML del tipo documento "MODIFICA DISPOSIZIONE DI FILATURA", fornendo le istruzioni per il suo impiego nel contesto di commercio elettronico tra Terzisti di Tintoria e loro committenti illustrato nel diagramma accluso.
Tutte le regole necessarie per la costruzione e la validazione del documento sono espresse mediante uno specifico schema XML, che è presentato in dettaglio nel paragrafo
.
Generalità
Il messaggio è emesso dal Committente per modificare un Ordine di filatura di materia prima emesso precedentemente.
Il Committente spedisce al Terzista la Modifica Ordine quando ha la necessità di modificare alcuni termini di un suo precedente Ordine (per esempio: sospendere una lavorazione già ordinata) o di correggere errori contenuti in un suo precedente Ordine.
Funzione essenziale del messaggio è riemettere un Ordine valido in sostituzione di un Ordine non più valido, correggendo:

- quantità da consegnare (variazione solo in diminuzione)
- date e località di consegna
- prezzi e sconti

La Modifica Ordine può avere un numero di righe diverso dall’Ordine, quando siano intervenute variazioni che hanno prodotto lo splitting di una riga Ordine. Tuttavia la somma delle quantità nelle righe (confermate + variate + annullate) della Modifica deve essere non inferiore alla somma delle quantità nell’Ordine di riferimento.
In caso di modifica della quantità occorre infatti spezzare la riga originale in due ed indicare la quantità confermata e la quantità annullata utilizzando l'apposito flag 'act'
Retro compatibilità Updated
Codice documento G055
Risorse [Guida]
[Schema]

[Compara versione]
Processi di appartenenza
 

Documento Modifica Disposizione Stampa Tessuto
Documento Modifica Disposizione Stampa Tessuto
(Updated)
Descrizione Modifica della Disposizione di stampa tessuto
Data rilascio 05/11/2018
Scopo
Questa guida ha lo scopo di illustrare alle aziende del settore tessile abbigliamento la forma standard XML del tipo documento "MODIFICA DISPOSIZIONE DI STAMPA TESSUTO", fornendo le istruzioni per il suo impiego nel contesto di commercio elettronico tra Terzisti di Stampatori e loro committenti illustrato nel diagramma accluso.
Tutte le regole necessarie per la costruzione e la validazione del documento sono espresse mediante uno specifico schema XML, che è presentato in dettaglio nel paragrafo
.
Generalità
Il messaggio è emesso dal Committente per modificare un Ordine di stampa di tessuto emesso precedentemente.
Il Committente spedisce al Terzista la Modifica Ordine quando ha la necessità di modificare alcuni termini di un suo precedente Ordine (per esempio: sospendere una lavorazione già ordinata) o di correggere errori contenuti in un suo precedente Ordine.
Funzione essenziale del messaggio è riemettere un Ordine valido in sostituzione di un Ordine non più valido, correggendo:
- quantità da consegnare (variazione solo in diminuzione)
- date e località di consegna
- prezzi e sconti
La Modifica Ordine può avere un numero di righe diverso dall’Ordine, quando siano intervenute variazioni che hanno prodotto lo splitting di una riga Ordine. Tuttavia la somma delle quantità nelle righe (confermate + variate + annullate) della Modifica deve essere non inferiore alla somma delle quantità nell’Ordine di riferimento.
In caso di modifica della quantità occorre infatti spezzare la riga originale in due ed indicare la quantità confermata e la quantità annullata utilizzando l'apposito flag 'act'
Crediti Questo documento XML è stato realizzato da Guido Cucchiara(FTI) con il supporto di Angelo Frascella (ENEA) in collaborazione con Silvano Attolini (Multidata).
Retro compatibilità Updated
Codice documento G077
Risorse [Guida]
[Schema]
[XML]
[XSL]
[XML+XSL]

[Compara versione]
Processi di appartenenza
 

Documento Modifica Disposizione Tintura Filato
Documento Modifica Disposizione Tintura Filato
(Updated)
Descrizione Modifica della Disposizione di tintura di filato
Data rilascio 05/11/2018
Scopo
Questa guida ha lo scopo di illustrare alle aziende del settore tessile abbigliamento la forma standard XML del tipo documento "MODIFICA DISPOSIZIONE DI TINTURA FILATO", fornendo le istruzioni per il suo impiego nel contesto di commercio elettronico tra Terzisti di Tintoria e loro committenti illustrato nel diagramma accluso.
Tutte le regole necessarie per la costruzione e la validazione del documento sono espresse mediante uno specifico schema XML, che è presentato in dettaglio nel paragrafo
.
Generalità
Il messaggio è emesso dal Committente per modificare un Ordine di tintura di filato emesso precedentemente.
Il Committente spedisce al Terzista la Modifica Ordine quando ha la necessità di modificare alcuni termini di un suo precedente Ordine (per esempio: sospendere una lavorazione già ordinata) o di correggere errori contenuti in un suo precedente Ordine.
Funzione essenziale del messaggio è riemettere un Ordine valido in sostituzione di un Ordine non più valido, correggendo:
- quantità da consegnare (variazione solo in diminuzione)
- date e località di consegna
- prezzi e sconti
La Modifica Ordine può avere un numero di righe diverso dall’Ordine, quando siano intervenute variazioni che hanno prodotto lo splitting di una riga Ordine. Tuttavia la somma delle quantità nelle righe (confermate + variate + annullate) della Modifica deve essere non inferiore alla somma delle quantità nell’Ordine di riferimento.
In caso di modifica della quantità occorre infatti spezzare la riga originale in due ed indicare la quantità confermata e la quantità annullata utilizzando l'apposito flag 'act'
Retro compatibilità Updated
Codice documento G069
Risorse [Guida]
[Schema]
[XML]
[XSL]
[XML+XSL]

[Compara versione]
Processi di appartenenza
 

Documento Modifica Disposizione Tintura Materia Prima
Documento Modifica Disposizione Tintura Materia Prima
(Updated)
Descrizione Modifica della Disposizione di tintura di materia prima
Data rilascio 05/11/2018
Scopo
Questa guida ha lo scopo di illustrare alle aziende del settore tessile abbigliamento la forma standard XML del tipo documento "MODIFICA DISPOSIZIONE DI TINTURA MATERIA PRIMA", fornendo le istruzioni per il suo impiego nel contesto di commercio elettronico tra Terzisti di Tintoria e loro committenti illustrato nel diagramma accluso.
Tutte le regole necessarie per la costruzione e la validazione del documento sono espresse mediante uno specifico schema XML, che è presentato in dettaglio nel paragrafo
.
Generalità
Il messaggio è emesso dal Committente per modificare un Ordine di tintura di materia prima emesso precedentemente.
Il Committente spedisce al Terzista la Modifica Ordine quando ha la necessità di modificare alcuni termini di un suo precedente Ordine (per esempio: sospendere una lavorazione già ordinata) o di correggere errori contenuti in un suo precedente Ordine.
Funzione essenziale del messaggio è riemettere un Ordine valido in sostituzione di un Ordine non più valido, correggendo:
- quantità da consegnare (variazione solo in diminuzione)
- date e località di consegna
- prezzi e sconti
La Modifica Ordine può avere un numero di righe diverso dall’Ordine, quando siano intervenute variazioni che hanno prodotto lo splitting di una riga Ordine. Tuttavia la somma delle quantità nelle righe (confermate + variate + annullate) della Modifica deve essere non inferiore alla somma delle quantità nell’Ordine di riferimento.
In caso di modifica della quantità occorre infatti spezzare la riga originale in due ed indicare la quantità confermata e la quantità annullata utilizzando l'apposito flag 'act'
Crediti Questo documento è stato realizzato da Guico Cucchiara per ENEA XML-LAB con il contributo di Consorzio IPSA e Fondazione Politecnico di Milano. Successivi sviluppi di questo documento sono stati finanziati dal progetto eBIZ 4.0.
Retro compatibilità Updated
Codice documento G067
Risorse [Guida]
[Schema]

[Compara versione]
Processi di appartenenza
 

Documento Modifica Disposizione Tintura-Finissaggio Tessuto
Documento Modifica Disposizione Tintura-Finissaggio Tessuto
(Updated)
Descrizione Modifica della Disposizione di tintura-finissaggio tessuti
Data rilascio 05/11/2018
Scopo
Questa guida ha lo scopo di illustrare alle aziende del settore tessile abbigliamento la forma standard XML del tipo documento "MODIFICA DISPOSIZIONE DI TINTURA-FINISSAGGIO TESSUTI", fornendo le istruzioni per il suo impiego nel contesto di commercio elettronico tra Terzisti di Tintoria e loro committenti illustrato nel diagramma accluso.
Tutte le regole necessarie per la costruzione e la validazione del documento sono espresse mediante uno specifico schema XML, che è presentato in dettaglio nel paragrafo
.
Generalità
Il messaggio è emesso dal Committente per modificare un Ordine di tintura-finissaggio di tessuto emesso precedentemente.
Il Committente spedisce al Terzista la Modifica Ordine quando ha la necessità di modificare alcuni termini di un suo precedente Ordine (per esempio: sospendere una lavorazione già ordinata) o di correggere errori contenuti in un suo precedente Ordine.
Funzione essenziale del messaggio è riemettere un Ordine valido in sostituzione di un Ordine non più valido, correggendo:
- quantità da consegnare (variazione solo in diminuzione)
- date e località di consegna
- prezzi e sconti
La Modifica Ordine può avere un numero di righe diverso dall’Ordine, quando siano intervenute variazioni che hanno prodotto lo splitting di una riga Ordine. Tuttavia la somma delle quantità nelle righe (confermate + variate + annullate) della Modifica deve essere non inferiore alla somma delle quantità nell’Ordine di riferimento.
In caso di modifica della quantità occorre infatti spezzare la riga originale in due ed indicare la quantità confermata e la quantità annullata utilizzando l'apposito flag 'act'
Crediti Questo documento XML è stato realizzato da Guido Cucchiara(FTI) con il supporto di Angelo Frascella (ENEA) in collaborazione con Silvano Attolini (Multidata).
Retro compatibilità Updated
Codice documento G076
Risorse [Guida]
[Schema]
[XML]
[XSL]
[XML+XSL]

[Compara versione]
Processi di appartenenza
 

Documento Modifica Offerta Stock Abbigliamento
Documento Modifica Offerta Stock Abbigliamento
(Updated)
Descrizione Modifica di una Offerta on-line di stock di abbigliamento
Data rilascio 05/11/2018
Scopo
Il documento Modifica Offerta Stock Abbigliamento serve per il caricamento elettronico delle modifiche alle informazioni sullo stock di un Trade o di un Produttore già caricate nel servizio e-Stockflow.
Generalità
Il documento è emesso dal Trade o dal Produttore di abbigliamento allo scopo di modificare/annullare una offerta di stock di abbigliamento nel servizio e-Stockflow
Ogni riga del documento deve riferirsi ad una riga di una precedente "Offerta di Stock", che può essere annullata (attributo "act" = A) oppure variata (attributo "act" = V); nel secondo caso dovrebbe riportare la definizione e classificazione dell'articolo e specificare il nuovo assortimento colore/taglia nonché la nuova quantità totale offerta e/o il nuovo prezzo
Crediti Questo documento XML è stato realizzato da Guido Cucchiara, con il supporto di Arianna Brutti ed Angelo Frascella di Laboratorio XML (iniziativa di ENEA e Forum per la Tecnologia dell'Informazione) ed in collaborazione con di Seth Baker di e-Stockflow.com. Successivi sviluppi di questo documento sono stati realizzati da finanziati dal progetto eBIZ 4.0 da Arianna Brutti e Piero De Sabbata , ENEA XML-Lab and with the collaboration of Olivier Heitz (Schaeffer Productique).
Retro compatibilità Updated
Codice documento G030
Risorse [Guida]
[Schema]

[Compara versione]
Processi di appartenenza
 

Documento Modifica Ordine Acquisto Tessuto
Documento Modifica Ordine Acquisto Tessuto
(Updated)
Descrizione Modifica dell'ordine al Produttore di Tessuti (consente indicare quantità , destinazioni e date diversi dall'ordine iniziale)
Data rilascio 05/11/2018
Scopo
Questa guida ha lo scopo di illustrare alle aziende del settore tessile abbigliamento la forma standard XML del tipo documento "MODIFICA ORDINE DI ACQUISTO TESSUTI", fornendo le istruzioni per il suo impiego in ogni contesto di commercio elettronico tra Confezionisti e Produttori di Tessuti.
Tutte le regole necessarie per la costruzione e la validazione del documento sono espresse mediante uno specifico schema XML, che è presentato in dettaglio nel paragrafo "Guida alla implementazione".
Generalità
Il messaggio è emesso dal Confezionista per modificare un ordine di fornitura di tessuto emesso precedentemente.

Il Confezionista spedisce al Produttore di Tessuti la Modifica Ordine quando ha la necessità di modificare alcuni termini di un suo precedente Ordine (per esempio: annullare articoli troppo in ritardo) o di correggere errori contenuti in un suo precedente Ordine (per esempio: prezzi incongruenti).
Funzione essenziale del messaggio è riemettere un Ordine valido in sostituzione di un Ordine non più valido, correggendo:
- quantità da consegnare (variazione solo in diminuzione)
- date e località di consegna
- prezzi e sconti

La Modifica Ordine può avere un numero di righe diverso dall’Ordine, quando siano intervenute variazioni che hanno prodotto lo splitting di una riga Ordine. Tuttavia la somma delle quantità nelle righe (confermate + variate + annullate) della Modifica deve essere non inferiore alla somma delle quantità nell’Ordine di riferimento.
In caso di modifica della quantità occorre infatti spezzare la riga originale in due ed indicare la quantità confermata e la quantità annullata utilizzando l'apposito flag 'act'
Crediti La prima versione di questo documento XML è stata realizzata nell'ambito del progetto MODA-ML da Guido Cucchiara di PROGEMA - gruppo SOI, con il supporto di Thomas Imolesi e Arianna Brutti di Laboratorio XML (iniziativa di ENEA e Forum per la Tecnologia dell'Informazione). Alle attività che hanno portato alla stesura di questo documento hanno partecipato inoltre: Alessandro Barberis Canonico (Lanificio Vitale Barberis Canonico), Albino Botto Poala (Lanificio Successori Reda), Gustavo Cametti (Lanificio Piacenza), Massimo Perona (Domina srl), Piero De Sabbata e Piergiorgio Censoni (ENEA) Gianfranco Irico (Lanificio Loro Piana), Luca Mainetti (Politecnico di Milano, Hypermedia Open center), Federico Tamburini e Ivano Begnozzi (Fratelli Corneliani). Successivi sviluppi di questo documento sono stati finanziati dal consorzio TQR, in parte autofinanziati dai partner e dal progetto eBIZ 4.0. Ulteriori informazioni possono essere reperite in http://www.ebiz.enea.it.
Best practice
Usage example: Initial Order ORD-1
lineNactrefDOCany type of article codeqtydeliveryDate
1-CAT-1Art-11110020-1-2017
2-CAT-1Art-22220020-1-2017
2-CAT-1Art-33330020-1-2017
2-CAT-1Art-44440020-1-2017

Changed Order CHORD-2
lineNactrefDOCany type of article codeqtydeliveryDate
1CORD-1, line1Art-11110020-1-2017
2CORD-1, line2Art-2226020-1-2017
3AORD-1, line2Art-2224020-1-2017
4CORD-1, line3Art-33330020-1-2017
5VORD-1, line4Art-44440012-2-2017
Retro compatibilità Updated
Codice documento G004
Diagrammi   +      Diagramm A_Acquistotessuti
Risorse [Guida]
[Schema]
[XML]
[XSL]
[XML+XSL]

[Compara versione]
Processi di appartenenza
 

Documento Modifica Ordine Acquisto Accessori
Documento Modifica Ordine Acquisto Accessori
(Updated)
Descrizione Modifica dell'ordine al Produttore (Fornitore) di Accessori (consente indicare quantità , destinazioni e date diversi dall'ordine iniziale)
Data rilascio 05/11/2018
Scopo
Questa guida ha lo scopo di illustrare alle aziende del settore tessile abbigliamento la forma standard XML del tipo documento "MODIFICA ORDINE DI ACQUISTO ACCESSORI", fornendo le istruzioni per il suo impiego in ogni contesto di commercio elettronico tra Confezionisti o Produttori di Tessuti e Produttori (Fornitori) di Accessori e .
Tutte le regole necessarie per la costruzione e la validazione del documento sono espresse mediante uno specifico schema XML, che è presentato in dettaglio nel paragrafo "Guida alla implementazione".
Generalità
Il messaggio è emesso per modificare un ordine di fornitura di accessori emesso precedentemente.

Il Confezionista o il Produttore di Tessuti spedisce la Modifica Ordine quando ha la necessità di modificare alcuni termini di un suo precedente Ordine (per esempio: annullare articoli troppo in ritardo) o di correggere errori contenuti in un suo precedente Ordine (per esempio: prezzi incongruenti).
Funzione essenziale del messaggio è riemettere un Ordine valido in sostituzione di un Ordine non più valido, correggendo:
- quantità da consegnare (variazione solo in diminuzione)
- date e località di consegna
- prezzi e sconti

La Modifica Ordine può avere un numero di righe diverso dall’Ordine, quando siano intervenute variazioni che hanno prodotto lo splitting di una riga Ordine. Tuttavia la somma delle quantità nelle righe (confermate + variate + annullate) della Modifica deve essere non inferiore alla somma delle quantità nell’Ordine di riferimento.
In caso di modifica della quantità occorre infatti spezzare la riga originale in due ed indicare la quantità confermata e la quantità annullata utilizzando l'apposito flag 'act'
Crediti Questo documento XML è stato realizzato da Guido Cucchiara supportato da Angelo Frascella e Arianna Brutti , XML-Lab (iniziativa di ENEA e Forum per la Tecnologia dell'Informazione). Successivi sviluppi sono stati realizzati con la collaborazione di Roberto Ciliesa (Domina) e finanziati dal progetto eBIZ 4.0.
Retro compatibilità Updated
Codice documento G036
Diagrammi   +      Diagramm A_Acquistoaccessori
Risorse [Guida]
[Schema]

[Compara versione]
Processi di appartenenza
 

Documento Modifica Ordine Acquisto Filato
Documento Modifica Ordine Acquisto Filato
(Updated)
Descrizione Modifica Ordine al Produttore (Fornitore) di Filati
Data rilascio 05/11/2018
Scopo
Questa guida ha lo scopo di illustrare alle aziende del settore tessile abbigliamento la forma standard XML del tipo documento "MODIFICA ORDINE DI ACQUISTO FILATI", fornendo le istruzioni per il suo impiego in ogni contesto di commercio elettronico tra Produttori di Tessuti e di Filati.
Tutte le regole necessarie per la costruzione e la validazione del documento sono espresse mediante uno specifico schema XML, che è presentato in dettaglio nel paragrafo "Guida alla implementazione".
Generalità
Il messaggio è emesso per modificare un ordine di fornitura di filato emesso precedentemente.

Il Cliente spedisce al Produttore di Filati la Modifica Ordine quando ha la necessità di modificare alcuni termini di un suo precedente Ordine (per esempio: annullare articoli troppo in ritardo) o di correggere errori contenuti in un suo precedente Ordine (per esempio: prezzi incongruenti).
Funzione essenziale del messaggio è riemettere un Ordine valido in sostituzione di un Ordine non più valido, correggendo:

- quantità da consegnare (variazione solo in diminuzione)
- date e località di consegna
- prezzi e sconti

La Modifica Ordine può avere un numero di righe diverso dall’Ordine, quando siano intervenute variazioni che hanno prodotto lo splitting di una riga Ordine. Tuttavia la somma delle quantità nelle righe (confermate + variate + annullate) della Modifica deve essere non inferiore alla somma delle quantità nell’Ordine di riferimento.
In caso di modifica della quantità occorre infatti spezzare la riga originale in due ed indicare la quantità confermata e la quantità annullata utilizzando l'apposito flag 'act'
Crediti Questo documento XML è stato realizzato da Guido Cucchiara supportato da Angelo Frascella e Arianna Brutti , XML-Lab (iniziativa di ENEA e Forum per la Tecnologia dell'Informazione).
Retro compatibilità Updated
Codice documento G032
Risorse [Guida]
[Schema]
[XML]
[XSL]
[XML+XSL]

[Compara versione]
Processi di appartenenza
 

Documento Offerta Filato (Offerta-catalogo-Scheda T.)
Documento Offerta Filato (Offerta-catalogo-Scheda T.)
(Updated)
Descrizione Offerta (e/o Catalogo e/o Scheda Tecnica) degli articoli di filato con allegata Scheda Tecnica. Esso può costituire tanto la risposta ad una richiesta di offerta quanto la pubblicazione del proprio catalogo completo di listino e scheda tecnica.
Data rilascio 05/11/2018
Scopo il Produtore del filato invia questo documento che riporta tutte le informazioni utili ad identificare l'articolo che corrisponde alle richieste del Cliente ed a certificarne le caratteristiche costruttive, meccaniche, chimiche e fisiche. In molti casi i valori dichiarati per questi parametri possono essere la media di diverse misure con il relativo CV (coefficiente di variazione)
Generalità Il Produtore del filato invia questo documento che riporta tutte le informazioni utili ad identificare l'articolo che corrisponde alle richieste del Cliente ed a certificarne le caratteristiche costruttive, meccaniche, chimiche e fisiche. In molti casi i valori dichiarati per questi parametri possono essere la media di diverse misure con il relativo CV (coefficiente di variazione)
Crediti Questo documento XML è stato realizzato da Guido Cucchiara(FTI) per CEN WS eBIZ workshop, con il supporto di Angelo Frascella (ENEA) in collaborazione con Giovanni Marini (Cariaggi spa), Luciana Faralli (Next Technology Tecnotessile), Roberto Ciliesa e Dante Caldera (Domina), Luca Cinguino (Marchi & Fildi SpA), Andrea Vannacci (X-Rite), Roberto Vannucci, Gabriella Alberti-Fusi, Leonardo Ceriani (Centrocot SpA).
Retro compatibilità Updated
Codice documento G074
Risorse [Guida]
[Schema]
[XML]
[XSL]
[XML+XSL]

[Compara versione]
Processi di appartenenza
 

Documento Offerta Filatura
Documento Offerta Filatura
(Updated)
Descrizione Offerta dal Terzista per la filatura della materia prima
Data rilascio 05/11/2018
Scopo
Questa guida ha lo scopo di illustrare alle aziende del settore tessile abbigliamento la forma standard XML del tipo documento "OFFERTA FILATURA", fornendo le istruzioni per il suo impiego nel contesto di commercio elettronico tra Terzisti e loro committenti illustrato nel diagramma accluso.
Tutte le regole necessarie per la costruzione e la validazione del documento sono espresse mediante uno specifico schema XML, che è presentato in dettaglio nel paragrafo
.
Generalità
La Offerta può essere usata da un Terzista per rispondere alla Richiesta di un Committente per la filatura di una materia prima di sua proprietà.
L'Offerta si articola su 4 livelli:
Lavorazione (macro) Offerta = radice documento (7 tipi di Offerte)
Famiglia Prodotto = qualificatore documento (tipologia di prodotto riferita al processo di fabbricazione; es.: filato pettinato, tessuto jacquard,..)
Specifiche prodotto = "xxxSpecs" (caratteristiche tecniche e proprietà del prodotto)
Operazioni offerte = "xxxMnfrOperation" (lavorazioni richieste)
Quantità, unità di misura e prezzi devono essere riferiti al terzo livello (Riga)
Retro compatibilità Updated
Codice documento G056
Risorse [Guida]
[Schema]

[Compara versione]
Processi di appartenenza
 

Documento Offerta Orditura
Documento Offerta Orditura
(Updated)
Descrizione Offerta dal Terzista per la orditura
Data rilascio 05/11/2018
Scopo
Questa guida ha lo scopo di illustrare alle aziende del settore tessile abbigliamento la forma standard XML del tipo documento "OFFERTA ORDITURA", fornendo le istruzioni per il suo impiego nel contesto di commercio elettronico tra Terzisti e loro committenti illustrato nel diagramma accluso.
Tutte le regole necessarie per la costruzione e la validazione del documento sono espresse mediante uno specifico schema XML, che è presentato in dettaglio nel paragrafo
.
Generalità
La Offerta può essere usata da un Terzista per rispondere alla Richiesta di un Committente per la orditura di un filato di sua proprietà.
La Offerta si articola su 4 livelli:
Lavorazione (macro) Offerta = radice documento (7 tipi di Offerte)
Famiglia Prodotto = qualificatore documento (tipologia di prodotto riferita al processo di fabbricazione; es.: filato pettinato, tessuto jacquard,..)
Specifiche prodotto = "xxxSpecs" (caratteristiche tecniche e proprietà del prodotto)
Operazioni offerte = "xxxMnfrOperation" (lavorazioni richieste)
Quantità, unità di misura e prezzi devono essere riferiti al terzo livello (Riga)
Retro compatibilità Updated
Codice documento G059
Risorse [Guida]
[Schema]

[Compara versione]
Processi di appartenenza
 

Documento Offerta Ritorcitura
Documento Offerta Ritorcitura
(Updated)
Descrizione Offerta dal Terzista per la ritorcitura del filato
Data rilascio 05/11/2018
Scopo
Questa guida ha lo scopo di illustrare alle aziende del settore tessile abbigliamento la forma standard XML del tipo documento "OFFERTA RITORCITURA", fornendo le istruzioni per il suo impiego nel contesto di commercio elettronico tra Terzisti e loro committenti illustrato nel diagramma accluso.
Tutte le regole necessarie per la costruzione e la validazione del documento sono espresse mediante uno specifico schema XML, che è presentato in dettaglio nel paragrafo
.
Generalità
La Offerta può essere usata da un Terzista per rispondere alla Richiesta di un Committente per la ritorcitura di un filato di sua proprietà.
La Offerta si articola su 4 livelli:
Lavorazione (macro) Offerta = radice documento (7 tipi di Offerte)
Famiglia Prodotto = qualificatore documento (tipologia di prodotto riferita al processo di fabbricazione; es.: filato pettinato, tessuto jacquard,..)
Specifiche prodotto = "xxxSpecs" (caratteristiche tecniche e proprietà del prodotto)
Operazioni offerte = "xxxMnfrOperation" (lavorazioni richieste)
Quantità, unità di misura e prezzi devono essere riferiti al terzo livello (Riga)
Retro compatibilità Updated
Codice documento G057
Risorse [Guida]
[Schema]

[Compara versione]
Processi di appartenenza
 

Documento Offerta Stock Abbigliamento
Documento Offerta Stock Abbigliamento
(Updated)
Descrizione Offerta on-line di stock di abbigliamento
Data rilascio 05/11/2018
Scopo
Il documento Offerta Stock Abbigliamento serve per il caricamento elettronico delle informazioni sullo stock di un Trade o di un Produttore nel servizio e-Stockflow.
Generalità
Il documento è emesso dal Trade o dal Produttore di abbigliamento allo scopo di creare una offerta di stock di abbigliamento nel servizio e-Stockflow
Ogni riga del documento deve riferirsi ad un solo articolo di stock in una ben precisa località.
La descrizione dell'articolo include la classificazione per categoria e sesso e l'assortimento taglie/colori.
Crediti Questo documento XML è stato realizzato da Guido Cucchiara, con il supporto di Arianna Brutti ed Angelo Frascella di Laboratorio XML (iniziativa di ENEA e Forum per la Tecnologia dell'Informazione) ed in collaborazione con di Seth Baker di e-Stockflow.com. Successivi sviluppi di questo documento sono stati realizzati da finanziati dal progetto eBIZ 4.0 da Arianna Brutti e Piero De Sabbata , ENEA XML-Lab and with the collaboration of Olivier Heitz (Schaeffer Productique).
Retro compatibilità Updated
Codice documento G029
Risorse [Guida]
[Schema]

[Compara versione]
Processi di appartenenza
 

Documento Offerta Tessitura
Documento Offerta Tessitura
(Updated)
Descrizione Offerta dal Terzista per la tessitura
Data rilascio 05/11/2018
Scopo
Questa guida ha lo scopo di illustrare alle aziende del settore tessile abbigliamento la forma standard XML del tipo documento "OFFERTA TESSITURA", fornendo le istruzioni per il suo impiego nel contesto di commercio elettronico tra Terzisti e loro committenti illustrato nel diagramma accluso.
Tutte le regole necessarie per la costruzione e la validazione del documento sono espresse mediante uno specifico schema XML, che è presentato in dettaglio nel paragrafo
.
Generalità
La Offerta può essere usata da un Terzista per rispondere alla Richiesta di un Committente per la tessitura di un filato di sua proprietà.
La Offerta si articola su 4 livelli:
Lavorazione (macro) Offerta = radice documento (7 tipi di Offerte)
Famiglia Prodotto = qualificatore documento (tipologia di prodotto riferita al processo di fabbricazione; es.: filato pettinato, tessuto jacquard,..)
Specifiche prodotto = "xxxSpecs" (caratteristiche tecniche e proprietà del prodotto)
Operazioni offerte = "xxxMnfrOperation" (lavorazioni richieste)
Quantità, unità di misura e prezzi devono essere riferiti al terzo livello (Riga)
Retro compatibilità Updated
Codice documento G060
Risorse [Guida]
[Schema]

[Compara versione]
Processi di appartenenza
 

Documento Offerta Tintura Filato
Documento Offerta Tintura Filato
(Updated)
Descrizione Offerta dal Terzista per la tintura del filato
Data rilascio 05/11/2018
Scopo
Questa guida ha lo scopo di illustrare alle aziende del settore tessile abbigliamento la forma standard XML del tipo documento "OFFERTA TINTURA FILATO", fornendo le istruzioni per il suo impiego nel contesto di commercio elettronico tra Terzisti e loro committenti illustrato nel diagramma accluso.
Tutte le regole necessarie per la costruzione e la validazione del documento sono espresse mediante uno specifico schema XML, che è presentato in dettaglio nel paragrafo
.
Generalità
La Offerta può essere usata da un Terzista per rispondere alla Richiesta di un Committente per la tintura di un filato di sua proprietà.
La Offerta si articola su 4 livelli:
Lavorazione (macro) Offerta = radice documento (7 tipi di Offerte)
Famiglia Prodotto = qualificatore documento (tipologia di prodotto riferita al processo di fabbricazione; es.: filato pettinato, tessuto jacquard,..)
Specifiche prodotto = "xxxSpecs" (caratteristiche tecniche e proprietà del prodotto)
Operazioni offerte = "xxxMnfrOperation" (lavorazioni richieste)
Quantità, unità di misura e prezzi devono essere riferiti al terzo livello (Riga)
Retro compatibilità Updated
Codice documento G058
Risorse [Guida]
[Schema]

[Compara versione]
Processi di appartenenza
 

Documento Offerta Tintura Materia Prima
Documento Offerta Tintura Materia Prima
(Updated)
Descrizione Offerta dal Terzista per Tintura della materia prima
Data rilascio 05/11/2018
Scopo
Questa guida ha lo scopo di illustrare alle aziende del settore tessile abbigliamento la forma standard XML del tipo documento "OFFERTA TINTURA MATERIA PRIMA", fornendo le istruzioni per il suo impiego nel contesto di commercio elettronico tra Terzisti e loro committenti illustrato nel diagramma accluso.
Tutte le regole necessarie per la costruzione e la validazione del documento sono espresse mediante uno specifico schema XML, che è presentato in dettaglio nel paragrafo
.
Generalità
La Offerta può essere usata da un Terzista per rispondere alla Richiesta di un Committente per la tintura di una materia prima di sua proprietà.

La Offerta si articola su 4 livelli:
Lavorazione (macro) Offerta = radice documento (7 tipi di Offerte)
Famiglia Prodotto = qualificatore documento (tipologia di prodotto riferita al processo di fabbricazione; es.: filato pettinato, tessuto jacquard,..)
Specifiche prodotto = "xxxSpecs" (caratteristiche tecniche e proprietà del prodotto)
Operazioni offerte = "xxxMnfrOperation" (lavorazioni richieste)

Quantità, unità di misura e prezzi devono essere riferiti al terzo livello (Riga)
Crediti Questo documento è stato realizzato da Guico Cucchiara per ENEA XML-LAB con il contributo di Consorzio IPSA e Fondazione Politecnico di Milano. Successivi sviluppi di questo documento sono stati finanziati dal progetto eBIZ 4.0.
Retro compatibilità Updated
Codice documento G054
Risorse [Guida]
[Schema]

[Compara versione]
Processi di appartenenza
 

Documento Offerta Tintura-Finissaggio Tessuto
Documento Offerta Tintura-Finissaggio Tessuto
(Updated)
Descrizione Offerta dal Terzista per la tintura/finissaggio del tessuto
Data rilascio 05/11/2018
Scopo
Questa guida ha lo scopo di illustrare alle aziende del settore tessile abbigliamento la forma standard XML del tipo documento "OFFERTA TINTURA/FINISSAGGIO TESSUTO", fornendo le istruzioni per il suo impiego nel contesto di commercio elettronico tra Terzisti e loro committenti illustrato nel diagramma accluso.
Tutte le regole necessarie per la costruzione e la validazione del documento sono espresse mediante uno specifico schema XML, che è presentato in dettaglio nel paragrafo
.
Generalità
La Offerta può essere usata da un Terzista per rispondere alla Richiesta di un Committente per la tintura/finissaggio di un tessuto di sua proprietà.
La Offerta si articola su 4 livelli:
1)Lavorazione (macro) Offerta = radice documento (7 tipi di Offerte)
Famiglia Prodotto = qualificatore documento (tipologia di prodotto riferita al processo di fabbricazione; es.: filato pettinato, tessuto jacquard,..)
Specifiche prodotto = "xxxSpecs" (caratteristiche tecniche e proprietà del prodotto)
Operazioni offerte = "xxxMnfrOperation" (lavorazioni richieste)
Quantità, unità di misura e prezzi devono essere riferiti al terzo livello (Riga)
Retro compatibilità Updated
Codice documento G061
Risorse [Guida]
[Schema]

[Compara versione]
Processi di appartenenza
 

Documento Ordine Acquisto Accessori
Documento Ordine Acquisto Accessori
(Updated)
Descrizione Ordine di acquisto al Produttore (Fornitore) di Accessori
Data rilascio 05/11/2018
Scopo
Questa guida ha lo scopo di illustrare alle aziende del settore tessile abbigliamento la forma standard XML del tipo documento "ORDINE DI ACQUISTO ACCESSORI", fornendo le istruzioni per il suo impiego in ogni contesto di commercio elettronico tra Confezionisti o Produttori di Tessuti e Produttori di Accessori.
Tutte le regole necessarie per la costruzione e la validazione del documento sono espresse mediante uno specifico schema XML, che è presentato in dettaglio nel paragrafo "Guida alla implementazione".
Generalità
Il messaggio è emesso per ordinare una fornitura di accessori (sia acquisti per campionario che per produzione).

L’ordine può essere di tre tipi:
- "standard" quando è un ordine chiuso a sé stante
- "aperto" quando alcuni requisiti sono ancora da definire a cura dell’ordinante
- "di disposizione" quando scarica parzialmente od evade un ordine aperto

L’ordine standard e la disposizione su ordine aperto in generale autorizzano la produzione-consegna-fatturazione e in particolare le quantità, le date e località di consegna, i prezzi.
L’ordine aperto permette di anticipare alcuni di questi elementi al fornitore, e contemporaneamente rinviare ad un secondo tempo la definizione dei restanti.

Di norma, ogni riga dell’Ordine deve corrispondere ad un articolo + disegno + colore, ovvero ad un ben definito accessorio.
Eccezionalmente, nell’Ordine “aperto”, la specificazione del colore può essere omessa in vista di una successiva definizione attraverso uno o più Ordini di “disposizione”.
Crediti Questo documento XML è stato realizzato da Guido Cucchiara supportato da Angelo Frascella e Arianna Brutti , XML-Lab (iniziativa di ENEA e Forum per la Tecnologia dell'Informazione). Successivi sviluppi sono stati realizzati con la collaborazione di Roberto Ciliesa (Domina) e finanziati dal progetto eBIZ 4.0.
Retro compatibilità Updated
Codice documento G034
Diagrammi   +      Diagramm A_Acquistoaccessori
Risorse [Guida]
[Schema]
[XML]
[XSL]
[XML+XSL]

[Compara versione]
Processi di appartenenza
 

Documento Ordine Acquisto Filato
Documento Ordine Acquisto Filato
(Updated)
Descrizione Ordine di acquisto di filati
Data rilascio 05/11/2018
Scopo
Questa guida ha lo scopo di illustrare alle aziende del settore tessile abbigliamento la forma standard XML del tipo documento "ORDINE DI ACQUISTO FILATI", fornendo le istruzioni per il suo impiego in ogni contesto di commercio elettronico tra Produttori di Filati e loro Clienti.
Tutte le regole necessarie per la costruzione e la validazione del documento sono espresse mediante uno specifico schema XML, che è presentato in dettaglio nel paragrafo "Guida alla implementazione".
Generalità
L'Ordine è emesso da un Produttore di Tessuti o di Maglieria per approvvigionare il filato con cui alimentare i telai

Gli elementi-chiave di questa tipologia di Ordine, a parte quantità e date di consegna, sono tre:
1- il codice prodotto del filato, sviluppato in articolo/colore/eventuale codice addizionale qualificabile secondo le esigenze dei due partners
2- le specifiche tecnico-costruttive del filato e la definizione dei "trattamenti speciali", ad eventuale integrazione del codice prodotto
3- le specifiche dettagliate di confezionamento ed imballo delle rocche di filato
Crediti Questo documento XML è stato realizzato con il finanziamento del consorzio TQR da Guido Cucchiara di PROGEMA - gruppo SOI, con il supporto di Thomas Imolesi e Arianna Brutti di Laboratorio XML (iniziativa di ENEA e Forum per la Tecnologia dell'Informazione). Alle attività che hanno portato alla stesura di questo documento hanno partecipato inoltre: Gustavo Cametti (Lanificio Piacenza), Massimo Perona (Domina srl), Piero De Sabbata e Piergiorgio Censoni (ENEA) Successivi sviluppi di questo documento sono stati finanziati dal progetto eBIZ 4.0
Retro compatibilità Updated
Codice documento G014
Diagrammi   +      Diagramm A_Acquistofilati
Risorse [Guida]
[Schema]
[XML]
[XSL]
[XML+XSL]

[Compara versione]
Processi di appartenenza
 

Documento Ordine Acquisto Tessuto
Documento Ordine Acquisto Tessuto
(Updated)
Descrizione Ordine di acquisto al Produttore di Tessuti
Data rilascio 05/11/2018
Scopo
Questa guida ha lo scopo di illustrare alle aziende del settore tessile abbigliamento la forma standard XML del tipo documento "ORDINE DI ACQUISTO TESSUTI", fornendo le istruzioni per il suo impiego in ogni contesto di commercio elettronico tra Confezionisti e Produttori di Tessuti.
Tutte le regole necessarie per la costruzione e la validazione del documento sono espresse mediante uno specifico schema XML, che è presentato in dettaglio nel paragrafo "Guida alla implementazione".
Generalità
Il messaggio è emesso dal Confezionista per ordinare una fornitura di tessuto (sia acquisti per campionario che per produzione).
L’ordine può essere di tre tipi:
- "standard" quando è un ordine chiuso a sé stante
- "aperto" quando alcuni requisiti sono ancora da definire a cura dell’ordinante
- "di disposizione" quando scarica parzialmente od evade un ordine aperto

L’ordine standard e la disposizione su ordine aperto in generale autorizzano la produzione-consegna-fatturazione di determinati tessuti e in particolare le quantità, le date e località di consegna, i prezzi.
L’ordine aperto permette di anticipare alcuni di questi elementi al fornitore, e contemporaneamente rinviare ad un secondo tempo la definizione dei restanti.

Di norma, ogni riga dell’Ordine deve corrispondere ad un articolo + disegno + variante, ovvero ad un ben definito tessuto.
Eccezionalmente, nell’Ordine “aperto”, la specificazione di disegno/variante può essere omessa in vista di una successiva definizione attraverso uno o più Ordini di “disposizione”.
Crediti La prima versione di questo documento XML è stata realizzata nell'ambito del progetto MODA-ML da Guido Cucchiara di PROGEMA - gruppo SOI, con il supporto di Thomas Imolesi e Arianna Brutti di Laboratorio XML (iniziativa di ENEA e Forum per la Tecnologia dell'Informazione). Alle attività che hanno portato alla stesura di questo documento hanno partecipato inoltre: Alessandro Barberis Canonico (Lanificio Vitale Barberis Canonico), Albino Botto Poala (Lanificio Successori Reda), Gustavo Cametti (Lanificio Piacenza), Massimo Perona (Domina srl), Piero De Sabbata e Piergiorgio Censoni (ENEA) Gianfranco Irico (Lanificio Loro Piana), Luca Mainetti (Politecnico di Milano, Hypermedia Open center), Federico Tamburini e Ivano Begnozzi (Fratelli Corneliani). Successivi sviluppi di questo documento sono stati finanziati dal consorzio TQR, in parte autofinanziati dai partner e dal progetto eBIZ 4.0. Ulteriori informazioni possono essere reperite in http://www.ebiz.enea.it.
Retro compatibilità Updated
Codice documento G001
Diagrammi   +      Diagramm A_Acquistotessuti
Risorse [Guida]
[Schema]
[XML]
[XSL]
[XML+XSL]

[Compara versione]
Processi di appartenenza
 

Documento Previsione Collezione Tessuti
Documento Previsione Collezione Tessuti
(Updated)
Descrizione Documento con cui il Confezionista anticipa al Produttore di Tessuti la conoscenza degli articoli a cui è interessato ovvero su cui potrebbe emettere ordini di acquisto ed eventuali volumi di produzione (senza dettaglio su colori o varianti)
Data rilascio 05/11/2018
Scopo
Questa guida ha lo scopo di illustrare alle aziende del settore tessile abbigliamento la forma standard XML del tipo documento "PREVISIONE COLLEZIONE TESSUTI", fornendo le istruzioni per il suo impiego in ogni contesto di commercio elettronico tra Confezionisti e Produttori di Tessuti.
Tutte le regole necessarie per la costruzione e la validazione del documento sono espresse mediante uno specifico schema XML, che è presentato in dettaglio nel paragrafo "Guida alla implementazione".
Generalità
Con il documento "Previsione Collezione Tessuti" il Confezionista comunica al Produttore di Tessuti quali articoli della sua offerta sono presi in considerazione per la preparazione della Collezione Capi stagionale. Contemporaneamente esso può usare questo documento per richiedere l'invio della Scheda Tecnica di un tessuto e/o per comunicare i propri codici articolo al Produttore.
Ogni articolo "impegnato" deve essere completamente identificato (livello SKU) con la codifica del Fornitore. Una quantità stimata del fabbisogno può essere indicata a titolo di informazione, comunque non vincolante

In alcuni scenari questo documento può essere usato per notificare al Controller tessile gli articoli che dovrà visitare nella stagione.
Crediti La prima versione di questo documento XML è stata realizzata nell'ambito del progetto MODA-ML da Guido Cucchiara di PROGEMA - gruppo SOI, con il supporto di Thomas Imolesi e Arianna Brutti di Laboratorio XML (iniziativa di ENEA e Forum per la Tecnologia dell'Informazione). Alle attività che hanno portato alla stesura di questo documento hanno partecipato inoltre: Alessandro Barberis Canonico (Lanificio Vitale Barberis Canonico), Albino Botto Poala (Lanificio Successori Reda), Gustavo Cametti (Lanificio Piacenza), Massimo Perona (Domina srl), Piero De Sabbata e Piergiorgio Censoni (ENEA) Gianfranco Irico (Lanificio Loro Piana), Luca Mainetti (Politecnico di Milano, Hypermedia Open center), Federico Tamburini e Ivano Begnozzi (Fratelli Corneliani). Successivi sviluppi di questo documento sono stati finanziati dal consorzio TQR, in parte autofinanziati dai partner e dal progetto eBIZ 4.0. Ulteriori informazioni possono essere reperite in http://www.ebiz.enea.it.
Retro compatibilità Updated
Codice documento G010
Diagrammi   +      Diagramm A_Sceltatessuti
Risorse [Guida]
[Schema]
[XML]
[XSL]
[XML+XSL]

[Compara versione]
Processi di appartenenza
 

Documento Report Qualità Filato
Documento Report Qualità Filato
(Updated)
Descrizione Report di laboratorio del filato
Data rilascio 05/11/2018
Scopo Raramente, e di norma quando subentrano problemi in tessitura, il Cliente può richiedere di avere un report di Laboratorio che garantisca i valori dei parametri del filato forniti dal produttore. In questi casi il Laboratorio, dopo l'esecuzione dell'ordine, fornisce un report di qualità che sertifica le caratteristiche costrutive e le proprietà meccaniche, chimiche e fisiche del lotto in consegna.
Generalità Raramente, e di norma quando subentrano problemi in tessitura, il Cliente può richiedere di avere un report di Laboratorio che garantisca i valori dei parametri del filato forniti dal produttore. In questi casi il Laboratorio fornisce un report di qualità che sertifica le caratteristiche costrutive e le proprietà meccaniche, chimiche e fisiche del lotto in consegna.
Crediti Questo documento XML è stato realizzato da Guido Cucchiara(FTI) per CEN WS eBIZ workshop, con il supporto di Angelo Frascella (ENEA) in collaborazione con Giovanni Marini (Cariaggi spa), Luciana Faralli (Next Technology Tecnotessile), Roberto Ciliesa e Dante Caldera (Domina), Luca Cinguino (Marchi & Fildi SpA), Andrea Vannacci (X-Rite), Roberto Vannucci, Gabriella Alberti-Fusi, Leonardo Ceriani (Centrocot SpA).
Retro compatibilità Updated
Codice documento G075
Risorse [Guida]
[Schema]
[XML]
[XSL]
[XML+XSL]

[Compara versione]
Processi di appartenenza
 

Documento Report Qualità Tessuto
Documento Report Qualità Tessuto
(Updated)
Descrizione Rapporto di qualità della pezza (indica difetti o non-conformità della pezza, eventuali bonifici relativi)
Data rilascio 05/11/2018
Scopo
Questa guida ha lo scopo di illustrare alle aziende del settore tessile abbigliamento la forma standard XML del tipo documento "REPORT QUALITÀ PEZZA", fornendo le istruzioni per il suo impiego in ogni contesto di commercio elettronico tra Confezionisti e Produttori di Tessuti
Tutte le regole necessarie per la costruzione e la validazione del documento sono espresse mediante uno specifico Schema XML, che è presentato in dettaglio nel paragrafo "Guida alla implementazione".
Generalità
Il messaggio è inviato dal Produttore di Tessuti e/o dal Controllore Tessuti al Confezionista come "certificato di qualità" della pezza, per anticipare i dati rilevati sulla presenza, posizione e classificazione dei difetti, allo scopo di accelerare ed ottimizzare la messa in produzione.
Ogni documento "qualità pezza" può corrispondere o ad una pezza, identificata dal numero di matricola (tipo documento ="S"ingle) o a più pezze componenti un'unica spedizione (tipo documento ="M"ultiple) analogamente identificate.
Nel documento si possono riportare quattro classi di dati:
- le misure fisiche ed il bonifico
- gli eventuali difetti e la loro posizione
- i test di conformità effettuati ed i risultati
- il reporting della visita di controllo
Crediti La prima versione di questo documento XML è stata realizzata nell'ambito del progetto MODA-ML da Guido Cucchiara di PROGEMA - gruppo SOI, con il supporto di Thomas Imolesi e Arianna Brutti di Laboratorio XML (iniziativa di ENEA e Forum per la Tecnologia dell'Informazione). Alle attività che hanno portato alla stesura di questo documento hanno partecipato inoltre: Alessandro Barberis Canonico (Lanificio Vitale Barberis Canonico), Albino Botto Poala (Lanificio Successori Reda), Gustavo Cametti (Lanificio Piacenza), Massimo Perona (Domina srl), Piero De Sabbata e Piergiorgio Censoni (ENEA) Gianfranco Irico (Lanificio Loro Piana), Luca Mainetti (Politecnico di Milano, Hypermedia Open center), Federico Tamburini e Ivano Begnozzi (Fratelli Corneliani). Successivi sviluppi di questo documento sono stati finanziati dal consorzio TQR, in parte autofinanziati dai partner e dal progetto eBIZ 4.0. Ulteriori informazioni possono essere reperite in http://www.ebiz.enea.it.
Retro compatibilità Updated
Codice documento G007
Risorse [Guida]
[Schema]
[XML]
[XSL]
[XML+XSL]

[Compara versione]
Processi di appartenenza
 

Documento Richiesta Documento Aperta
Documento Richiesta Documento Aperta
(Updated)
Descrizione Richiesta di un particolare documento elettronico specificato nell'istanza
Data rilascio 05/11/2018
Scopo Questo documento è usato per richiedere l'invio di un documento quando questo sia fornito solo su richiesta (ad esempio l'Avanzamento Ordine)
Generalità
Il messaggio è emesso per richiedre l'invio di un particolare documento di business (cartaceo o elettronico).
Con questo documento è possibile indicare il tipo di documento richiesto, di cui si indicano uno o più blocchi di caratteristiche (la Parte, identificata da legal name o da id, a cui va riferito, e/o uno o più item a cui va riferito, p.es. stagione, codice articolo o di tessuto o di componente,…)

Best practice Il documento potrebbe essere usato per richiedere l'avanzamento ordine relativamente ad una stagione ed un gruppo di articoli di cui viene indicato il codice; oppure potrebbe essere inviato ad un gestore di un magazzino per richiedere l'inventario relativo relativo ad uno o più particolari brand di cui si indica il legal name; oppure potrebbe essere utilizzato per richiedere il documento PartyIn relativo alle informazioni su una o più parti indicandone il legal name oppure il codice univoco.
Retro compatibilità Updated
Codice documento G039
Risorse [Guida]
[Schema]

[Compara versione]
Processi di appartenenza
 

Documento Richiesta Filatura
Documento Richiesta Filatura
(Updated)
Descrizione Richiesta a Terzista per Filatura
Data rilascio 05/11/2018
Scopo
Questa guida ha lo scopo di illustrare alle aziende del settore tessile abbigliamento la forma standard XML del tipo documento "RICHIESTA FILATURA", fornendo le istruzioni per il suo impiego nel contesto di commercio elettronico tra Terzisti e loro committenti illustrato nel diagramma accluso.
Tutte le regole necessarie per la costruzione e la validazione del documento sono espresse mediante uno specifico schema XML, che è presentato in dettaglio nel paragrafo
.
Generalità
La Richiesta può essere usata da un Committente per richiedere ad un Terzista una Offerta per la filatura di una materia prima di sua proprietà.
La Richiesta si articola su 4 livelli:
Lavorazione (macro) Richiesta = radice documento (7 tipi di Richieste)
Famiglia Prodotto = qualificatore documento (tipologia di prodotto riferita al processo di fabbricazione; es.: filato pettinato, tessuto jacquard,..)
Specifiche prodotto = "xxxSpecs" (caratteristiche tecniche e proprietà del prodotto)
Operazioni richieste = "xxxMnfrOperation" (lavorazioni richieste)
Quantità, unità di misura e prezzi devono essere riferiti al terzo livello (Riga)
Retro compatibilità Updated
Codice documento G048
Risorse [Guida]
[Schema]

[Compara versione]
Processi di appartenenza
 

Documento Richiesta Offerta Filato
Documento Richiesta Offerta Filato
(Updated)
Descrizione Richiesta di uno specifico tipo di filato
Data rilascio 05/11/2018
Scopo Il produttore di tessuti o di maglieria invia una richiesta al produttore di uno specifico filato, specificandone le caratteristiche costruttive e le proprietà meccaniche, chimiche e fisiche con il valore desiderato per gli opportuni parametri.
Generalità l produttore di tessuti o di maglieria invia una richiesta al produttore di uno specifico filato, specificandone le caratteristiche costruttive e le proprietà meccaniche, chimiche e fisiche con il valore desiderato per gli opportuni parametri.
Crediti Questo documento XML è stato realizzato da Guido Cucchiara(FTI) per CEN WS eBIZ workshop, con il supporto di Angelo Frascella (ENEA) in collaborazione con Giovanni Marini (Cariaggi spa), Luciana Faralli (Next Technology Tecnotessile), Roberto Ciliesa e Dante Caldera (Domina), Luca Cinguino (Marchi & Fildi SpA), Andrea Vannacci (X-Rite), Roberto Vannucci, Gabriella Alberti-Fusi, Leonardo Ceriani (Centrocot SpA).
Retro compatibilità Updated
Codice documento G073
Risorse [Guida]
[Schema]
[XML]
[XSL]
[XML+XSL]

[Compara versione]
Processi di appartenenza
 

Documento Richiesta Orditura
Documento Richiesta Orditura
(Updated)
Descrizione Richiesta a Terzista per Orditura
Data rilascio 05/11/2018
Scopo
Questa guida ha lo scopo di illustrare alle aziende del settore tessile abbigliamento la forma standard XML del tipo documento "RICHIESTA ORDITURA", fornendo le istruzioni per il suo impiego nel contesto di commercio elettronico tra Terzisti e loro committenti illustrato nel diagramma accluso.
Tutte le regole necessarie per la costruzione e la validazione del documento sono espresse mediante uno specifico schema XML, che è presentato in dettaglio nel paragrafo
.
Generalità
La Richiesta può essere usata da un Committente per richiedere ad un Terzista una Offerta per la orditura di un filato di sua proprietà.

La Richiesta si articola su 4 livelli:
Lavorazione (macro) Richiesta = radice documento (7 tipi di Richieste)
Famiglia Prodotto = qualificatore documento (tipologia di prodotto riferita al processo di fabbricazione; es.: filato pettinato, tessuto jacquard,..)
Specifiche prodotto = "xxxSpecs" (caratteristiche tecniche e proprietà del prodotto)
Operazioni richieste = "xxxMnfrOperation" (lavorazioni richieste)

Quantità, unità di misura e prezzi devono essere riferiti al terzo livello (Riga)
Retro compatibilità Updated
Codice documento G051
Risorse [Guida]
[Schema]

[Compara versione]
Processi di appartenenza
 

Documento Richiesta Ritorcitura
Documento Richiesta Ritorcitura
(Updated)
Descrizione Richiesta a Terzista per Ritorcitura
Data rilascio 05/11/2018
Scopo
Questa guida ha lo scopo di illustrare alle aziende del settore tessile abbigliamento la forma standard XML del tipo documento "RICHIESTA RITORCITURA", fornendo le istruzioni per il suo impiego nel contesto di commercio elettronico tra Terzisti e loro committenti illustrato nel diagramma accluso.
Tutte le regole necessarie per la costruzione e la validazione del documento sono espresse mediante uno specifico schema XML, che è presentato in dettaglio nel paragrafo
.
Generalità
La Richiesta può essere usata da un Committente per richiedere ad un Terzista una Offerta per la ritorcitura di un filato di sua proprietà.
La Richiesta si articola su 4 livelli:
Lavorazione (macro) Richiesta = radice documento (7 tipi di Richieste)
Famiglia Prodotto = qualificatore documento (tipologia di prodotto riferita al
processo di fabbricazione; es.: filato pettinato, tessuto jacquard,..)
Specifiche prodotto = "xxxSpecs" (caratteristiche tecniche e proprietà del prodotto)
Operazioni richieste = "xxxMnfrOperation" (lavorazioni richieste)
Quantità, unità di misura e prezzi devono essere riferiti al terzo livello (Riga)
Retro compatibilità Updated
Codice documento G049
Risorse [Guida]
[Schema]

[Compara versione]
Processi di appartenenza
 

Documento Richiesta Spedizione Accessori
Documento Richiesta Spedizione Accessori
(Updated)
Descrizione Richiesta di spedizione di accessori (consente di indicare date e luoghi di consegna)
Data rilascio 05/11/2018
Scopo
Questa guida ha lo scopo di illustrare alle aziende del settore tessile abbigliamento la forma standard XML del tipo documento "RICHIESTA SPEDIZIONE ACCESSORI", fornendo le istruzioni per il suo impiego in ogni contesto di commercio elettronico tra Confezionisti o Produttori di Tessuti e Produttori (Fornitori) di accessori o Terzisti di confezione.
Tutte le regole necessarie per la costruzione e la validazione del documento sono espresse mediante uno specifico schema XML, che è presentato in dettaglio nel paragrafo "Guida alla implementazione".
Generalità
Il messaggio è emesso per schedulare la consegna del prodotto "spedibile" (vedere documento "Avanzamento Ordine").
Con questo documento è possibile modificare alcuni dati di consegna in Ordine (date e luoghi).

Il documento di Richiesta può essere usato per:
- richiesta di spedizione normale ( standard )
- richiesta di spedizione con contemporaneo annullamento di una precedente Richiesta di spedizione indicata nei "riferimenti" ( annullamento )

Ogni riga della Richiesta di spedizione deve corrispondere ad un articolo + disegno + colore, ovvero ad un ben definito accessorio e, per ciascuna riga di Richiesta, è possibile specificare la riga Ordine che deve essere scaricata.
Crediti Questo documento XML è stato realizzato da Guido Cucchiara supportato da Angelo Frascella e Arianna Brutti , XML-Lab (iniziativa di ENEA e Forum per la Tecnologia dell'Informazione). Successivi sviluppi sono stati realizzati con la collaborazione di Roberto Ciliesa (Domina) e finanziati dal progetto eBIZ 4.0.
Retro compatibilità Updated
Codice documento G038
Diagrammi   +      Diagramm A_Spedizione accessori
Risorse [Guida]
[Schema]
[XML]
[XSL]
[XML+XSL]

[Compara versione]
Processi di appartenenza
 

Documento Richiesta Spedizione Fashion
Documento Richiesta Spedizione Fashion
(Updated)
Descrizione Richiesta di spedizione del prodotto o componente fashion; consente di indicare date e luoghi di consegna (ex Richiesta Spedizione Capi Confezionati)
Data rilascio 05/11/2018
Scopo
Questa guida ha lo scopo di illustrare alle aziende del settore tessile abbigliamento la forma standard XML del tipo documento RICHIESTA SPEDIZIONE FASHION, fornendo le istruzioni per il suo impiego in ogni contesto di commercio elettronico tra Confezionisti e Fornitori e Terzisti.
Tutte le regole necessarie per la costruzione e la validazione del documento sono espresse mediante uno specifico schema XML, che è presentato in dettaglio nel paragrafo "Guida alla implementazione".
Generalità
Il messaggio è emesso per richiedere e pianificare la consegna del prodotto che viene ad essere "spedibile" (vedere documento Avanzamento Ordine). Lo stesso messaggio è usabile da/per un sub-fornitore in conto lavoro.

Il documento di Richiesta può essere:
- richiestadizione normale (standard)
- modifica di precedente richiesta
Crediti Questo documento XML è stato aggiornato da Arianna Brutti con il supporto di Piero De Sabbata (ENEA) in collaborazione con Francesco Melani e Simone Gabellini (Kykos), Virginia Fani (Università di Firenze) nell'ambito del progetto eBIZ 4.0.
Retro compatibilità Updated
Codice documento G043
Risorse [Guida]
[Schema]
[XML]
[XSL]
[XML+XSL]

[Compara versione]
Processi di appartenenza
 

Documento Richiesta Spedizione Filato
Documento Richiesta Spedizione Filato
(Updated)
Descrizione Richiesta di spedizione del filato
Data rilascio 05/11/2018
Scopo
Questa guida ha lo scopo di illustrare alle aziende del settore tessile abbigliamento la forma standard XML del tipo documento "RICHIESTA SPEDIZIONE FILATI", fornendo le istruzioni per il suo impiego in ogni contesto di commercio elettronico tra Produttori di Tessuti e di Filati loro Terzisti.
Tutte le regole necessarie per la costruzione e la validazione del documento sono espresse mediante uno specifico schema XML, che è presentato in dettaglio nel paragrafo "Guida alla implementazione".
Generalità
Il messaggio è emesso per schedulare la consegna del prodotto "spedibile" (vedere documento "Avanzamento Ordine filati").
Con questo documento è possibile modificare alcuni dati di consegna in Ordine (date e luoghi).

Il documento di Richiesta può essere usato per:
- richiesta di spedizione normale ( standard )
- richiesta di spedizione con contemporaneo annullamento di una precedente Richiesta di spedizione indicata nei "riferimenti" ( annullamento )

Ogni riga della Richiesta di spedizione deve corrispondere ad un articolo + colore, ovvero ad un ben definito filato e, per ciascuna riga di Richiesta, è possibile specificare la riga Ordine che deve essere scaricata.
Crediti Questo documento XML è stato realizzato da Guido Cucchiara supportato da Angelo Frascella e Arianna Brutti , XML-Lab (iniziativa di ENEA e Forum per la Tecnologia dell'Informazione).
Retro compatibilità Updated
Codice documento G033
Risorse [Guida]
[Schema]
[XML]
[XSL]
[XML+XSL]

[Compara versione]
Processi di appartenenza
 

Documento Richiesta Spedizione Kit Confezione
Documento Richiesta Spedizione Kit Confezione
(Updated)
Descrizione Richiesta di spedizione del kit (tessuti e accessori) di confezione inviata da un Confezionista ad un Operatore Logistico o Produttore di Tessuti o Controllore
Data rilascio 05/11/2018
Scopo
Questa guida ha lo scopo di illustrare alle aziende del settore tessile abbigliamento la forma standard XML del tipo documento "RICHIESTA SPEDIZIONE KIT CONFEZIONE", fornendo le istruzioni per il suo impiego in ogni contesto di commercio elettronico tra Confezionisti o quanti operano in loro vece nell'invio del kit (Produttori di Tessuti o Operatori Logistici).
Tutte le regole necessarie per la costruzione e la validazione del documento sono espresse mediante uno specifico schema XML, che è presentato in dettaglio nel paragrafo "Guida alla implementazione".
Generalità
La premessa è che i Produttori di Tessuti ed accessori concordino di spedire la merce ordinata dal Confezionista o ad un Operatore Logistico oppure direttamente al Laboratorio di confezione indicato dal Confezionista.
Il Confezionista invia una Richiesta Spedizione del "kit di confezione" al Produttore di Tessuti o all'Operatore Logistico affinchè esso componga il "kit" (tessuto, fodere ed accessori) e lo spedisca, a sua volta, al Terzista indicato dal Confezionista.
A questo punto l'Operatore Logistico (o il Produttore) invia un Avviso di spedizione del kit al Confezionista, confermando l'esecuzione della Richiesta; lo stesso documento è inviato anche al Terzista per avvisare dell'arrivo della merce.
Questo documento XML si riferisce alla Richiesta di Spedizione del/dei kit confezione e può riguardare uno o più Terzisti
I principi base seguiti nella formulazione del documento sono:
a) ogni riga corrisponde biunivocamente ad un "kit di confezione" e ad un Terzista destinatario
b) ogni kit è formato da uno o più tessuti di cui si possono specificare anche le pezze componenti e dai relativi accessori (fodera, bottoni, …)
c) dal punto di vista dei "ruoli" giocati nella transazione il Confezionista è identificato con il "buyer", l'Operatore Logistico (o il Produttore di Tessuti) con il "supplier" ed il Terzista di confezione con il "thirdParty"
Crediti Questo documento XML è stato realizzato da Guido Cucchiara di PROGEMA - gruppo SOI, con il supporto di Thomas Imolesi e Arianna Brutti di Laboratorio XML (iniziativa di ENEA e Forum per la Tecnologia dell'Informazione). Alle attività che hanno portato alla stesura di questo documento hanno partecipato inoltre: Gustavo Cametti (Lanificio Piacenza), Massimo Perona (Domina srl), Piero De Sabbata e Piergiorgio Censoni (ENEA) Successivi sviluppi di questo documento sono stati finanziati dal progetto eBIZ 4.0.
Retro compatibilità Updated
Codice documento G019
Diagrammi   +      Diagramm A_Spedizionetessuticongroupage
Risorse [Guida]
[Schema]

[Compara versione]
Processi di appartenenza
 

Documento Richiesta Spedizione Tessuto
Documento Richiesta Spedizione Tessuto
(Updated)
Descrizione Richiesta di spedizione di tessuto (consente di indicare date e luoghi di consegna)
Data rilascio 05/11/2018
Scopo
Questa guida ha lo scopo di illustrare alle aziende del settore tessile abbigliamento la forma standard XML del tipo documento "RICHIESTA SPEDIZIONE TESSUTI", fornendo le istruzioni per il suo impiego in ogni contesto di commercio elettronico tra Confezionisti, Produttori di Tessuti e loro Terzisti.
Tutte le regole necessarie per la costruzione e la validazione del documento sono espresse mediante uno specifico schema XML, che è presentato in dettaglio nel paragrafo "Guida alla implementazione".
Generalità
Il messaggio è emesso per schedulare la consegna del prodotto "spedibile" (vedere documento "Avanzamento Ordine tessuti").
Con questo documento è possibile modificare alcuni dati di consegna in Ordine (date e luoghi).

Il documento di Richiesta può essere usato per:
- richiesta di spedizione normale ( standard )
- richiesta di spedizione con contemporaneo annullamento di una precedente Richiesta di spedizione indicata nei "riferimenti" ( annullamento )

Ogni riga della Richiesta di spedizione deve corrispondere ad un articolo + disegno + variante, ovvero ad un ben definito tessuto e, per ciascuna riga di Richiesta, è possibile specificare la riga Ordine che deve essere scaricata.
Crediti La prima versione di questo documento XML è stata realizzata nell'ambito del progetto MODA-ML da Guido Cucchiara di PROGEMA - gruppo SOI, con il supporto di Thomas Imolesi e Arianna Brutti di Laboratorio XML (iniziativa di ENEA e Forum per la Tecnologia dell'Informazione). Alle attività che hanno portato alla stesura di questo documento hanno partecipato inoltre: Alessandro Barberis Canonico (Lanificio Vitale Barberis Canonico), Albino Botto Poala (Lanificio Successori Reda), Gustavo Cametti (Lanificio Piacenza), Massimo Perona (Domina srl), Piero De Sabbata e Piergiorgio Censoni (ENEA) Gianfranco Irico (Lanificio Loro Piana), Luca Mainetti (Politecnico di Milano, Hypermedia Open center), Federico Tamburini e Ivano Begnozzi (Fratelli Corneliani). Successivi sviluppi di questo documento sono stati finanziati dal consorzio TQR, in parte autofinanziati dai partner e dal progetto eBIZ 4.0. Ulteriori informazioni possono essere reperite in http://www.ebiz.enea.it.
Retro compatibilità Updated
Codice documento G005
Risorse [Guida]
[Schema]
[XML]
[XSL]
[XML+XSL]

[Compara versione]
Processi di appartenenza
 

Documento Richiesta Tessitura
Documento Richiesta Tessitura
(Updated)
Descrizione Richiesta a Terzista per Tessitura
Data rilascio 05/11/2018
Scopo
Questa guida ha lo scopo di illustrare alle aziende del settore tessile abbigliamento la forma standard XML del tipo documento "RICHIESTA TESSITURA", fornendo le istruzioni per il suo impiego nel contesto di commercio elettronico tra Terzisti e loro committenti illustrato nel diagramma accluso.
Tutte le regole necessarie per la costruzione e la validazione del documento sono espresse mediante uno specifico schema XML, che è presentato in dettaglio nel paragrafo
.
Generalità
La Richiesta può essere usata da un Committente per richiedere ad un Terzista una Offerta per la tessitura di un filato di sua proprietà.

La Richiesta si articola su 4 livelli:
Lavorazione (macro) Richiesta = radice documento (7 tipi di Richieste)
Famiglia Prodotto = qualificatore documento (tipologia di prodotto riferita al processo di fabbricazione; es.: filato pettinato, tessuto jacquard,..)
Specifiche prodotto = "xxxSpecs" (caratteristiche tecniche e proprietà del prodotto)
Operazioni richieste = "xxxMnfrOperation" (lavorazioni richieste)

Quantità, unità di misura e prezzi devono essere riferiti al terzo livello (Riga)
Retro compatibilità Updated
Codice documento G052
Risorse [Guida]
[Schema]
[XML]
[XSL]
[XML+XSL]

[Compara versione]
Processi di appartenenza
 

Documento Richiesta Tintura Filato
Documento Richiesta Tintura Filato
(Updated)
Descrizione Richiesta a Terzista per Tintura filato
Data rilascio 05/11/2018
Scopo
Questa guida ha lo scopo di illustrare alle aziende del settore tessile abbigliamento la forma standard XML del tipo documento "RICHIESTA TINTURA FILATO", fornendo le istruzioni per il suo impiego nel contesto di commercio elettronico tra Terzisti e loro committenti illustrato nel diagramma accluso.
Tutte le regole necessarie per la costruzione e la validazione del documento sono espresse mediante uno specifico schema XML, che è presentato in dettaglio nel paragrafo
.
Generalità
La Richiesta può essere usata da un Committente per richiedere ad un Terzista una Offerta per la tintura di un filato di sua proprietà.

La Richiesta si articola su 4 livelli.
Lavorazione (macro) Richiesta = radice documento (7 tipi di Richieste)
Famiglia Prodotto = qualificatore documento (tipologia di prodotto riferita al processo di fabbricazione; es.: filato pettinato, tessuto jacquard,..)
Specifiche prodotto = "xxxSpecs" (caratteristiche tecniche e proprietà del prodotto)
Operazioni richieste = "xxxMnfrOperation" (lavorazioni richieste)

Quantità, unità di misura e prezzi devono essere riferiti al terzo livello (Riga)
Retro compatibilità Updated
Codice documento G050
Risorse [Guida]
[Schema]
[XML]
[XSL]
[XML+XSL]

[Compara versione]
Processi di appartenenza
 

Documento Richiesta Tintura Materia Prima
Documento Richiesta Tintura Materia Prima
(Updated)
Descrizione Richiesta a Terzista per Tintura della materia prima
Data rilascio 05/11/2018
Scopo
Questa guida ha lo scopo di illustrare alle aziende del settore tessile abbigliamento la forma standard XML del tipo documento "RICHIESTA TINTURA MATERIA PRIMA", fornendo le istruzioni per il suo impiego nel contesto di commercio elettronico tra Terzisti e loro committenti illustrato nel diagramma accluso.
Tutte le regole necessarie per la costruzione e la validazione del documento sono espresse mediante uno specifico schema XML, che è presentato in dettaglio nel paragrafo
.
Generalità
La Richiesta può essere usata da un Committente per richiedere ad un Terzista una Offerta per la tintura di una materia prima di sua proprietà.
La Richiesta si articola su 4 livelli:
Lavorazione (macro) Richiesta = radice documento (7 tipi di Richieste)
Famiglia Prodotto = qualificatore documento (tipologia di prodotto riferita al processo di fabbricazione; es.: filato pettinato, tessuto jacquard,..)
Specifiche prodotto = "xxxSpecs" (caratteristiche tecniche e proprietà del prodotto)
Operazioni richieste = "xxxMnfrOperation" (lavorazioni richieste)
Quantità, unità di misura e prezzi devono essere riferiti al terzo livello (Riga)
Crediti Questo documento è stato realizzato da Guico Cucchiara per ENEA XML-LAB con il contributo di Consorzio IPSA e Fondazione Politecnico di Milano. Successivi sviluppi di questo documento sono stati finanziati dal progetto eBIZ 4.0.
Retro compatibilità Updated
Codice documento G047
Risorse [Guida]
[Schema]
[XML]
[XSL]
[XML+XSL]

[Compara versione]
Processi di appartenenza
 

Documento Richiesta Tintura-Finissaggio tessuto
Documento Richiesta Tintura-Finissaggio tessuto
(Updated)
Descrizione Richiesta a Terzista per Tintura/Finissaggio tessuto
Data rilascio 05/11/2018
Scopo
Questa guida ha lo scopo di illustrare alle aziende del settore tessile abbigliamento la forma standard XML del tipo documento "RICHIESTA TINTURA/FINISSAGGIO TESSUTO", fornendo le istruzioni per il suo impiego nel contesto di commercio elettronico tra Terzisti e loro committenti illustrato nel diagramma accluso.
Tutte le regole necessarie per la costruzione e la validazione del documento sono espresse mediante uno specifico schema XML, che è presentato in dettaglio nel paragrafo
.
Generalità
La Richiesta può essere usata da un Committente per richiedere ad un Terzista una Offerta per la tintura/finissaggio di tessuto di sua proprietà.

La Richiesta si articola su 4 livelli:
Lavorazione (macro) Richiesta = radice documento (7 tipi di Richieste)
Famiglia Prodotto = qualificatore documento (tipologia di prodotto riferita al processo di fabbricazione; es.: filato pettinato, tessuto jacquard,..)
Specifiche prodotto = "xxxSpecs" (caratteristiche tecniche e proprietà del prodotto)
Operazioni richieste = "xxxMnfrOperation" (lavorazioni richieste)

Quantità, unità di misura e prezzi devono essere riferiti al terzo livello (Riga)
Retro compatibilità Updated
Codice documento G053
Risorse [Guida]
[Schema]
[XML]
[XSL]
[XML+XSL]

[Compara versione]
Processi di appartenenza
 

Documento Risposta Disposizione Filatura
Documento Risposta Disposizione Filatura
(Updated)
Descrizione Risposta alla Disposizione di filatura
Data rilascio 05/11/2018
Scopo
Questa guida ha lo scopo di illustrare alle aziende del settore tessile abbigliamento la forma standard XML del tipo documento "RISPOSTA DISPOSIZIONE DI FILATURA", fornendo le istruzioni per il suo impiego nel contesto di commercio elettronico tra Terzisti di Tintoria e loro committenti illustrato nel diagramma accluso.
Tutte le regole necessarie per la costruzione e la validazione del documento sono espresse mediante uno specifico schema XML, che è presentato in dettaglio nel paragrafo
.
Generalità
Il messaggio è emesso dal Terzista per rispondere ad un ordine di filatura di materia prima.
Il Terzista dovrebbe sempre ritornare al Committente una Risposta Ordine a fronte di ciascun Ordine ricevuto, nella quale, per ogni riga dell'ordine, notifica la conferma (C) o la variazione proposta (V) o l'annullamento (A).
Funzione essenziale del messaggio è confermare l'ordine ricevuto ovvero richiedere modifiche ed annullamenti per quanto concerne:
- quantità fornibili
- date e luoghi di consegna
- prezzi e sconti
La Risposta Ordine può avere un numero di righe diverso dall’Ordine, quando siano intervenute variazioni che hanno prodotto lo splitting di una riga Ordine. Tuttavia la somma delle quantità nelle righe (confermate + variate + annullate) della Modifica deve essere non inferiore alla somma delle quantità nell’Ordine di riferimento.
In caso di modifica della quantità occorre infatti spezzare la riga originale in due ed indicare la quantità confermata e la quantità annullata utilizzando l'apposito flag 'act'
In generale, se la risposta all'ordine introduce variazioni all'ordine (date o quantità) è necessaria che queste vengano formalmente accettate dal committente (con un documento di modifica ordine).
Retro compatibilità Updated
Codice documento G070
Risorse [Guida]
[Schema]

[Compara versione]
Processi di appartenenza
 

Documento Risposta Disposizione Tintura Filato
Documento Risposta Disposizione Tintura Filato
(Updated)
Descrizione Risposta alla Disposizione di tintura di filato
Data rilascio 05/11/2018
Scopo
Questa guida ha lo scopo di illustrare alle aziende del settore tessile abbigliamento la forma standard XML del tipo documento "RISPOSTA DISPOSIZIONE DI TINTURA FILATO", fornendo le istruzioni per il suo impiego nel contesto di commercio elettronico tra Terzisti di Tintoria e loro committenti illustrato nel diagramma accluso.
Tutte le regole necessarie per la costruzione e la validazione del documento sono espresse mediante uno specifico schema XML, che è presentato in dettaglio nel paragrafo
.
Generalità
Il messaggio è emesso dal Terzista per rispondere ad un ordine di tintura di filato.
Il Terzista dovrebbe sempre ritornare al Committente una Risposta Ordine a fronte di ciascun Ordine ricevuto, nella quale, per ogni riga dell'ordine, notifica la conferma (C) o la variazione proposta (V) o l'annullamento (A).
Funzione essenziale del messaggio è confermare l'ordine ricevuto ovvero richiedere modifiche ed annullamenti per quanto concerne:
- quantità fornibili
- date e luoghi di consegna
- prezzi e sconti
La Risposta Ordine può avere un numero di righe diverso dall’Ordine, quando siano intervenute variazioni che hanno prodotto lo splitting di una riga Ordine. Tuttavia la somma delle quantità nelle righe (confermate + variate + annullate) della Modifica deve essere non inferiore alla somma delle quantità nell’Ordine di riferimento.
In caso di modifica della quantità occorre infatti spezzare la riga originale in due ed indicare la quantità confermata e la quantità annullata utilizzando l'apposito flag 'act'
In generale, se la risposta all'ordine introduce variazioni all'ordine (date o quantità) è necessaria che queste vngano formalmente accettate dal committente (con un documento di modifica ordine).
Retro compatibilità Updated
Codice documento G068
Risorse [Guida]
[Schema]
[XML]
[XSL]
[XML+XSL]

[Compara versione]
Processi di appartenenza
 

Documento Risposta Disposizione Tintura Materia Prima
Documento Risposta Disposizione Tintura Materia Prima
(Updated)
Descrizione Risposta alla Disposizione di tintura di materia prima
Data rilascio 05/11/2018
Scopo
Questa guida ha lo scopo di illustrare alle aziende del settore tessile abbigliamento la forma standard XML del tipo documento "RISPOSTA DISPOSIZIONE DI TINTURA MATERIA PRIMA", fornendo le istruzioni per il suo impiego nel contesto di commercio elettronico tra Terzisti di Tintoria e loro committenti illustrato nel diagramma accluso.
Tutte le regole necessarie per la costruzione e la validazione del documento sono espresse mediante uno specifico schema XML, che è presentato in dettaglio nel paragrafo
.
Generalità
Il messaggio è emesso dal Terzista per rispondere ad un ordine di tintura di materia prima.
Il Terzista dovrebbe sempre ritornare al Committente una Risposta Ordine a fronte di ciascun Ordine ricevuto, nella quale, per ogni riga dell'ordine, notifica la conferma (C) o la variazione proposta (V) o l'annullamento (A).
Funzione essenziale del messaggio è confermare l'ordine ricevuto ovvero richiedere modifiche ed annullamenti per quanto concerne:
- quantità fornibili
- date e luoghi di consegna
- prezzi e sconti
La Risposta Ordine può avere un numero di righe diverso dall’Ordine, quando siano intervenute variazioni che hanno prodotto lo splitting di una riga Ordine. Tuttavia la somma delle quantità nelle righe (confermate + variate + annullate) della Modifica deve essere non inferiore alla somma delle quantità nell’Ordine di riferimento.
In caso di modifica della quantità occorre infatti spezzare la riga originale in due ed indicare la quantità confermata e la quantità annullata utilizzando l'apposito flag 'act'
In generale, se la risposta all'ordine introduce variazioni all'ordine (date o quantità) è necessaria che queste vengano formalmente accettate dal committente (con un documento di modifica ordine).
Crediti Questo documento è stato realizzato da Guico Cucchiara per ENEA XML-LAB con il contributo di Consorzio IPSA e Fondazione Politecnico di Milano. Successivi sviluppi di questo documento sono stati finanziati dal progetto eBIZ 4.0.
Retro compatibilità Updated
Codice documento G066
Risorse [Guida]
[Schema]

[Compara versione]
Processi di appartenenza
 

Documento Risposta Ordine Acquisto Accessori
Documento Risposta Ordine Acquisto Accessori
(Updated)
Descrizione Risposta all'ordine emessa dal Produttore (Fornitore) di Accessori (consente di proporre variazioni all'ordine)
Data rilascio 05/11/2018
Scopo
Questa guida ha lo scopo di illustrare alle aziende del settore tessile abbigliamento la forma standard XML del tipo documento "RISPOSTA ORDINE DI ACQUISTO ACCESSORI", fornendo le istruzioni per il suo impiego in ogni contesto di commercio elettronico tra Confezionisti o Produttori di Tessuti e Produttori di Accessori.
Tutte le regole necessarie per la costruzione e la validazione del documento sono espresse mediante uno specifico schema XML, che è presentato in dettaglio nel paragrafo "Guida alla implementazione".
Generalità
Il messaggio è emesso dal Produttore(Fornitore) di Accessori per rispondere ad un ordine di fornitura.
Il Produttore deve sempre ritornare una Risposta Ordine a fronte di ciascun Ordine ricevuto, nella quale, per ogni riga dell'ordine, notifica la conferma (C) o la variazione proposta (V) o l'annullamento (A).
Funzione essenziale del messaggio è confermare l'ordine ricevuto ovvero richiedere modifiche ed annullamenti per quanto concerne:

- quantità fornibili
- date e luoghi di consegna
- prezzi e sconti

La Risposta Ordine può avere un numero di righe diverso dall’Ordine, quando siano intervenute variazioni che hanno prodotto lo splitting di una riga Ordine. Tuttavia la somma delle quantità nelle righe (confermate + variate + annullate) della Modifica deve essere non inferiore alla somma delle quantità nell’Ordine di riferimento.
In caso di modifica della quantità occorre infatti spezzare la riga originale in due ed indicare la quantità confermata e la quantità annullata utilizzando l'apposito flag 'act'
In generale, se la risposta all'ordine introduce variazioni all'ordine (date o quantità) è necessaria che queste vengano formalmente accettate dal committente (con un documento di modifica ordine).
Crediti Questo documento XML è stato realizzato da Guido Cucchiara supportato da Angelo Frascella e Arianna Brutti , XML-Lab (iniziativa di ENEA e Forum per la Tecnologia dell'Informazione). Successivi sviluppi sono stati realizzati con la collaborazione di Roberto Ciliesa (Domina) e finanziati dal progetto eBIZ 4.0.
Retro compatibilità Updated
Codice documento G035
Diagrammi   +      Diagramm A_Acquistoaccessori
Risorse [Guida]
[Schema]
[XML]
[XSL]
[XML+XSL]

[Compara versione]
Processi di appartenenza
 

Documento Risposta Ordine Acquisto Filato
Documento Risposta Ordine Acquisto Filato
(Updated)
Descrizione Risposta Ordine del Produttore (Fornitore) di Filati
Data rilascio 05/11/2018
Scopo
Questa guida ha lo scopo di illustrare alle aziende del settore tessile abbigliamento la forma standard XML del tipo documento "RISPOSTA ORDINE DI ACQUISTO FILATI", fornendo le istruzioni per il suo impiego in ogni contesto di commercio elettronico tra Produttori di Tessuti e di Filati.
Tutte le regole necessarie per la costruzione e la validazione del documento sono espresse mediante uno specifico schema XML, che è presentato in dettaglio nel paragrafo "Guida alla implementazione".
Generalità
Il messaggio è emesso dal Produttore di Filati per rispondere ad un ordine di fornitura di filato.
Il Produttore deve sempre ritornare una Risposta Ordine a fronte di ciascun Ordine ricevuto, nella quale, per ogni riga dell'ordine, notifica la conferma (C) o la variazione proposta (V) o l'annullamento (A).
Funzione essenziale del messaggio è confermare l'ordine ricevuto ovvero richiedere modifiche ed annullamenti per quanto concerne:
- quantità fornibili
- date e luoghi di consegna
- prezzi e sconti
La Risposta Ordine può avere un numero di righe diverso dall’Ordine, quando siano intervenute variazioni che hanno prodotto lo splitting di una riga Ordine. Tuttavia la somma delle quantità nelle righe (confermate + variate + annullate) della Modifica deve essere non inferiore alla somma delle quantità nell’Ordine di riferimento.
In caso di modifica della quantità occorre infatti spezzare la riga originale in due ed indicare la quantità confermata e la quantità annullata utilizzando l'apposito flag 'act'
In generale, se la risposta all'ordine introduce variazioni all'ordine (date o quantità) è necessaria che queste vengano formalmente accettate dal committente (con un documento di modifica ordine).
Crediti Questo documento XML è stato realizzato da Guido Cucchiara supportato da Angelo Frascella e Arianna Brutti , XML-Lab (iniziativa di ENEA e Forum per la Tecnologia dell'Informazione).
Retro compatibilità Updated
Codice documento G031
Risorse [Guida]
[Schema]
[XML]
[XSL]
[XML+XSL]

[Compara versione]
Processi di appartenenza
 

Documento Risposta Ordine Acquisto Tessuto
Documento Risposta Ordine Acquisto Tessuto
(Updated)
Descrizione Risposta all'ordine emessa dal Produttore di Tessuti (consente di proporre variazioni all'ordine)
Data rilascio 05/11/2018
Scopo
Questa guida ha lo scopo di illustrare alle aziende del settore tessile abbigliamento la forma standard XML del tipo documento "RISPOSTA ORDINE DI ACQUISTO TESSUTI", fornendo le istruzioni per il suo impiego in ogni contesto di commercio elettronico tra Confezionisti e Produttori di Tessuti.
Tutte le regole necessarie per la costruzione e la validazione del documento sono espresse mediante uno specifico schema XML, che è presentato in dettaglio nel paragrafo "Guida alla implementazione".
Generalità
Il messaggio è emesso dal Produttore di Tessuti per rispondere ad un ordine di fornitura di tessuto.
Il Produttore deve sempre ritornare al Confezionista una Risposta Ordine a fronte di ciascun Ordine ricevuto, nella quale, per ogni riga dell'ordine, notifica la conferma (C) o la variazione proposta (V) o l'annullamento (A).
Funzione essenziale del messaggio è confermare l'ordine ricevuto ovvero richiedere modifiche ed annullamenti per quanto concerne:
- quantità fornibili
- date e luoghi di consegna
- prezzi e sconti
La Risposta Ordine può avere un numero di righe diverso dall’Ordine, quando siano intervenute variazioni che hanno prodotto lo splitting di una riga Ordine. Tuttavia la somma delle quantità nelle righe (confermate + variate + annullate) della Modifica deve essere non inferiore alla somma delle quantità nell’Ordine di riferimento.
In caso di modifica della quantità occorre infatti spezzare la riga originale in due ed indicare la quantità confermata e la quantità annullata utilizzando l'apposito flag 'act'
In generale, se la risposta all'ordine introduce variazioni all'ordine (date o quantità) è necessaria che queste vengano formalmente accettate dal committente (con un documento di modifica ordine).
Crediti La prima versione di questo documento XML è stata realizzata nell'ambito del progetto MODA-ML da Guido Cucchiara di PROGEMA - gruppo SOI, con il supporto di Thomas Imolesi e Arianna Brutti di Laboratorio XML (iniziativa di ENEA e Forum per la Tecnologia dell'Informazione). Alle attività che hanno portato alla stesura di questo documento hanno partecipato inoltre: Alessandro Barberis Canonico (Lanificio Vitale Barberis Canonico), Albino Botto Poala (Lanificio Successori Reda), Gustavo Cametti (Lanificio Piacenza), Massimo Perona (Domina srl), Piero De Sabbata e Piergiorgio Censoni (ENEA) Gianfranco Irico (Lanificio Loro Piana), Luca Mainetti (Politecnico di Milano, Hypermedia Open center), Federico Tamburini e Ivano Begnozzi (Fratelli Corneliani). Successivi sviluppi di questo documento sono stati finanziati dal consorzio TQR, in parte autofinanziati dai partner e dal progetto eBIZ 4.0. Ulteriori informazioni possono essere reperite in http://www.ebiz.enea.it.
Retro compatibilità Updated
Codice documento G002
Diagrammi   +      Diagramm A_Acquistotessuti
Risorse [Guida]
[Schema]
[XML]
[XSL]
[XML+XSL]

[Compara versione]
Processi di appartenenza
 

Documento Ritorno Rammendo Tessuto
Documento Ritorno Rammendo Tessuto
(Updated)
Descrizione Documento che il Produttore di Tessuti riceve dal Rammendatore a conclusione del servizio di rammendo (riporta le lavorazioni eseguite, include per ciascuna posizione, tempo lavoro previsto, tipologia del difetto)
Data rilascio 05/11/2018
Scopo
Questa guida ha lo scopo di illustrare alle aziende del settore tessile abbigliamento la forma standard XML del tipo documento "RITORNO RAMMENDO TESSUTI", fornendo le istruzioni per il suo impiego in ogni contesto di commercio elettronico tra Produttori di Tessuti e Rammendatori.
Tutte le regole necessarie per la costruzione e la validazione del documento sono espresse mediante uno specifico schema XML, che è presentato in dettaglio nel paragrafo "Guida alla implementazione".
Generalità
Con il documento "Ritorno rammendo tessuti" il Rammendatore specifica la o le lavorazioni di rammendo eseguite su ciascuna pezza ed eventualmente i tempi di lavoro fatturati e le relative tariffe

Il documento può riferirsi ad una o a più pezze e può essere usato sia in abbinamento al documento "Avviso spedizione tessuti" (1 Avviso : 1 Ritorno) sia indipendentemente.
Nel primo caso il riferimento all'Avviso Spedizione dovrà essere messo in Testata; nel secondo caso per ogni pezza (a livello Item) potrà essere specificato il documento di trasporto con cui essa è stata ritornata al Cliente.

OGNI ITEM CONTIENE UNA CONSUNTIVAZIONE DI LAVORO PER UNA O PIU' PEZZE DEL MEDESIMO ARTICOLO.
La consuntivazione può essere formata da uno o più "jobTicket"
Il costo può essere espresso da una tariffa al metro o da una tariffa oraria per un tempo assegnato ovvero da una combinazione di entrambe.
Crediti La prima versione di questo documento XML è stata realizzata nell'ambito del progetto MODA-ML da Guido Cucchiara di PROGEMA - gruppo SOI, con il supporto di Thomas Imolesi e Arianna Brutti di Laboratorio XML (iniziativa di ENEA e Forum per la Tecnologia dell'Informazione). Alle attività che hanno portato alla stesura di questo documento hanno partecipato inoltre: Alessandro Barberis Canonico (Lanificio Vitale Barberis Canonico), Albino Botto Poala e Roberto Miari (Lanificio Successori Reda), Giovanni Crestani (Robinson), Gustavo Cametti (Lanificio Piacenza), Massimo Perona (Domina srl), Piero De Sabbata e Piergiorgio Censoni (ENEA) Gianfranco Irico (Lanificio Loro Piana), Luca Mainetti (Politecnico di Milano, Hypermedia Open center), Federico Tamburini e Ivano Begnozzi (Fratelli Corneliani). Successivi sviluppi di questi documenti sono stati finanziati dal consorzio TQR e in parte autofinanziati dai partner. Ulteriori informazioni possono essere reperite in http://www.ebiz.enea.it.
Retro compatibilità Updated
Codice documento G013
Diagrammi   +      Diagramm A_RammendotessutiincontoTerzi
Risorse [Guida]
[Schema]
[XML]
[XSL]
[XML+XSL]

[Compara versione]
Processi di appartenenza
 

Documento Scheda Anagrafica Tessuto
Documento Scheda Anagrafica Tessuto
(Updated)
Descrizione Documento tecnico che riporta le caratteristiche commerciali e costruttive e le proprietà chimico-fisiche dell'articolo tessile
Data rilascio 05/11/2018
Scopo
Questa guida ha lo scopo di illustrare alle aziende del settore tessile abbigliamento la forma standard XML del tipo documento "SCHEDA ANAGRAFICA TESSUTO", fornendo le istruzioni per il suo impiego in ogni contesto di commercio elettronico tra Confezionisti eProduttori di Tessuti.
Tutte le regole necessarie per la costruzione e la validazione del documento sono espresse mediante uno specifico schema XML, che è presentato in dettaglio nel paragrafo "Guida alla implementazione".
Generalità
Questo documento è usato per comunicare al Cliente i dati tecnici che descrivono e caratterizzano l'articolo tessile (scheda anagrafica), ovvero:
- dati generali anagrafici e commerciali
- dettagli di costruzione
- misure fisiche di solidità colore, stabilità dimensionale e caratteristiche meccaniche.
La singola scheda esprime le caratteristiche tecniche di gruppi di articoli omogenei.
Crediti La prima versione di questo documento XML è stata realizzata nell'ambito del progetto MODA-ML da Guido Cucchiara di PROGEMA - gruppo SOI, con il supporto di Thomas Imolesi e Arianna Brutti di Laboratorio XML (iniziativa di ENEA e Forum per la Tecnologia dell'Informazione). Alle attività che hanno portato alla stesura di questo documento hanno partecipato inoltre: Alessandro Barberis Canonico (Lanificio Vitale Barberis Canonico), Albino Botto Poala (Lanificio Successori Reda), Gustavo Cametti (Lanificio Piacenza), Massimo Perona (Domina srl), Piero De Sabbata e Piergiorgio Censoni (ENEA) Gianfranco Irico (Lanificio Loro Piana), Luca Mainetti (Politecnico di Milano, Hypermedia Open center), Federico Tamburini e Ivano Begnozzi (Fratelli Corneliani). Successivi sviluppi di questo documento sono stati finanziati dal consorzio TQR, in parte autofinanziati dai partner e dal progetto eBIZ 4.0. Ulteriori informazioni possono essere reperite in http://www.ebiz.enea.it.
Retro compatibilità Updated
Codice documento G008
Diagrammi   +      Diagramm A_Sceltatessuti
Risorse [Guida]
[Schema]
[XML]
[XSL]
[XML+XSL]

[Compara versione]
Processi di appartenenza
 

Documento Stato Offerta Stock Abbigliamento
Documento Stato Offerta Stock Abbigliamento
(Updated)
Descrizione Stato di una Offerta on-line di stock di abbigliamento
Data rilascio 05/11/2018
Scopo
Il documento Stato Offerta Stock Abbigliamento serve per rispondere all'Offerta, comunicando al Cliente l'inserimento e lo stato della stessa (trattativa, vendita, ritiro, ecc…) .
Generalità
Il documento è emesso dal gestore del servizio di e-Stockflow allo scopo di rispondere ad una offerta di stock di abbigliamento o di aggiornare il Cliente sullo stato della stessa Offerta
Ogni riga del documento deve riferirsi ad una riga di una precedente "Offerta di Stock", di cui si da notizia sia per l'inserimento che per la successiva evoluzione della trattativa di vendita
Crediti Questo documento XML è stato realizzato da Guido Cucchiara, con il supporto di Arianna Brutti ed Angelo Frascella di Laboratorio XML (iniziativa di ENEA e Forum per la Tecnologia dell'Informazione) ed in collaborazione con di Seth Baker di e-Stockflow.com. Successivi sviluppi di questo documento sono stati realizzati da finanziati dal progetto eBIZ 4.0 da Arianna Brutti e Piero De Sabbata , ENEA XML-Lab and with the collaboration of Olivier Heitz (Schaeffer Productique).
Retro compatibilità Updated
Codice documento G063
Risorse [Guida]
[Schema]

[Compara versione]
Processi di appartenenza